LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Turisti in coda: ma il Louvre si ferma
Stefano Montefiori
Corriere della Sera 2/3/2020

Il personale si ribella e con unassemblea (senza preavviso) decide la serrata del più visitato museo al mondo. Il governo di Parigi sconsiglia i viaggi

PARIGI. Quando ormai la coda davanti alla Piramide era lunga e i turisti furibondi, il personale del Louvre riunito in assemblea ha stabilito ieri dopo tre ore di discussioni che il museo più visitato del mondo sarebbe rimasto chiuso, per tutta la domenica.

Una decisione presa quasi allunanimità, con 298 voti favorevoli e solo due contrari, dopo avere consultato il medico del lavoro e la direzione (contraria). Se e quando il Louvre riaprirà dipenderà dalla riunione straordinaria del Comitato digiene, sicurezza e condizioni del lavoro convocato per oggi.

È una scelta notevole perché non è stata consigliata da alcuna autorità, né governativa né sanitaria: sono i lavoratori che hanno deciso in autonomia di esercitare il diritto di ritiro, garantito dal codice del lavoro francese al dipendente che avverta un pericolo grave e imminente per la sua vita o la sua salute.

Nellattesa di entrare, alcuni turisti in coda erano scandalizzati: Veniamo dagli Stati Uniti, abbiamo comprato i biglietti online ieri pomeriggio, questa mattina siamo arrivati allorario di apertura, le 9, non ci hanno fatto entrare e nessuno ci ha dato spiegazioni, pensavamo fosse uno sciopero, dice John Limback, turista arrivato con la famiglia. Nel pomeriggio la direzione del museo ha assicurato che i biglietti saranno rimborsati, prendendo allo stesso tempo la distanze dalla decisione del personale: Il diritto di ritiro in linea di massima deve riguardare una situazione specifica di lavoro e non una condizione generale di pandemia

A spingere i dipendenti a tenere chiuso è stata la misura, annunciata la sera prima dal ministero della Sanità, di annullare gli eventi che si svolgono in ambienti ristretti, come sale da concerto o palazzetti dello sport, con più di 5.000 persone. Il prefetto di Parigi non ha incluso nella sua lista il Louvre, che però è un luogo chiuso che accoglie ogni giorno ben più di 5.000 visitatori da tutto il mondo (sono stati 9,6 milioni in tutto il 2019).

Cè una grande inquietudine dice il dipendente e sindacalista Christian Galani . Chiediamo che almeno mettano a nostra disposizione il gel disinfettante e installino vetri di protezione tra chi sta alla cassa e il pubblico. Il ministero della Sanità indica che i contagiati in Francia sono saliti a 130 e raccomanda: I viaggi non indispensabili vanno rinviati, soprattutto fuori dellUnione europea.




news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news