LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Il caso delle cancellate. Errori e malafede
Paolo Ermini
Corriere Fiorentino 3/3/2020

La Firenze radical-chic si è mobilitata per difendere le cancellate a difesa degli amici e per opporsi a quelle che dovrebbero proteggere sagrati e monumenti. Sono spudorati. Per anni hanno ignorato allarmi e denunce e ora strepitano perché il priore del convento di Santo Spirito si è stufato di subire nell’indifferenza generale gli insulti alla dignità della basilica simbolo dell’Oltrarno. Stupisce e dispiace che all’offensiva partecipino esponenti della giunta, dall’assessore Vannucci all’assessore Sacchi. Il quale ultimo, per dare alla sua posizione lo spessore di una scelta culturale d’insieme ha esternato su Repubblica Firenze l’idea di demolire anche la cancellata che limita il loggiato di San Paolo in piazza Santa Maria Novella, dove si trova il museo Novecento, comunale, afflitto da endemica scarsità di visitatori. Via tutti gli ostacoli, venite venite. Come se tutto dipendesse dall’accesso... Assessori e pifferai vari forse però ignorano il motivo per cui negli ultimi decenni sono apparse inferriate davanti ad alcune chiese, dentro e fuori le mura: il degrado. Dovuto prima alla droga e poi all’alcol, ma sempre alla legge dell’arbitrio per cui chiunque si sente in diritto di usare a suo piacimento uno spazio pubblico, anche se sacro (ma Dio è morto dai tempi in cui lo cantavano i Nomadi...), per mangiare, bere, suonare, cantare, ballare, berciare, farsi di coca, pisciare, vomitare. Questa è la realtà che spinse a mettere la cancellata al loggiato di San Paolo. Con il consenso, dell’allora soprintendente. Mettere all’indice quella cancellata ignorando che da tempo la scalinata lì sotto è abbandonata all’incuria è miopia. Pronunciarsi contro la protezione di Santo Spirito senza presentare alcuna cura alternativa è un grave errore. Anzi peggio: è la riprova di un’insopportabile malafede. E curare non vuole dire limitarsi a promettere generici impegni. Significa presentare progetti concreti e precisi, pronti per essere messi in pratica. Altrimenti tacciano. Almeno per un po’ . La riflessione investe naturalmente, e a maggior ragione, anche il soprintendente in carica, che ieri ci ha fatto sapere di essere favorevole a togliere la cancellata al museo Novecento, purché si trovino altri rimedi. Appunto. Dopo una lunga stagione in cui pezzi importanti tra i beni culturali fiorentini sono stati abbandonati alla mercè del popolo dello sballo, sarebbe ben strano dover constatare che la massima carica preposta alla loro tutela dorma sonni agitati per qualcuno che, finalmente, ci vuole mettere una pezza.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news