LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pistoia. Marini, 2 mila opere nel museo chiuso. Tomasi: Nardella dica no al trasloco
Matteo Lignelli
Corriere Fiorentino 3/3/2020

Pistoia, il sindaco: pronti a pagare il personale per riaprilo, tratteremo con la Fondazione

PISTOIA. Solo la pioggia evita un silenzio assordante e doloroso. Il portone del museo Marino Marini è sprangato e al suo interno non c’è nessuno. Il polo più importante per la cultura pistoiese — che punta gran parte dell’offerta sul Novecento — e quello che caratterizza la città nel mondo ha chiuso i battenti domenica, che è giorno di visite, ma un sit-in di un centinaio di persone (tra cittadini e politici) e un raccolta firme arrivata a 4mila adesioni lo ha salvato dalla solitudine dopo oltre trent’anni di storia.

Al suo interno resta un patrimonio dal valore inestimabile. Chiuse al buio ci sono 2 mila opere, tra cui 350 pezzi di grafica che vengono stimati centinaia di migliaia di euro, che sono tra le più ricercate. Ogni cavallo — il simbolo dello scultore — di dimensione media (80 cm), ad esempio, vale almeno un milione. Nemmeno le dipendenti della Fondazione, le due (di quattro) non ancora licenziate, possono entrare e accedere agli uffici perché delle chiavi e dei codici dell’allarme era in possesso solo la cooperativa che sabato ha interrotto il servizio visto che non veniva pagata da novembre dalla fondazione. Incastrate sotto la porta del palazzo del Tau, che è di proprietà del Comune e in gestione alla Fondazione Marini, c’erano due lettere per Paolo Pedrazzini, il suo presidente, e un avviso di mancata consegna di una raccomandata che chissà quando sarà ritirata visto che il museo non riaprirà a breve. «Comune e Fondazione Caript sono d’accordo per mettere risorse e pagare il personale necessario — spiega il sindaco Alessandro Tomasi — ma deve essere d’accordo anche la Fondazione Marini. Aspettiamo il cda di domani per trattare. Ci sono zone alle quali potremmo avere accesso ma l’unico atto che regola la concessione del palazzo del Tau alla Fondazione è una delibera di giunta del ’98 e non è per niente chiara. Inoltre, alcune di queste, come l’atrio, ospitano opere di loro proprietà di cui non ci possiamo assumere la responsabilità».

La Fondazione Marino Marini progetta di spostare le opere e l’attività a Firenze unendole con quelle della Fondazione Marini San Pancrazio a Firenze. Tomasi chiede che il sindaco di Firenze, Dario Nardella e l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, si esprimano pubblicamente sulla questione. «È ora che parlino chiaro — tuona il sindaco pistoiese — perché se come ha detto Schmidt, la volontà dell’Amministrazione è decentrare i poli di attrazione, la Fondazione San Pancrazio sta agendo contro la direzione politica della città e Nardella deve farglielo notare».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news