LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Santo Spirito. Più che una cancellata una corona
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 6/3/2020

Santo Spirito, lo scultore senese Lippi si offre di realizzare la barriera anti degrado

Una corona di gloria più che una cancellata. La immagina così, Massimo Lippi, la sua opera darte per il sagrato di Santo Spirito a Firenze, dopo che il priore, padre Pagano ha rilanciato lidea di chiudere il sagrato per proteggerlo dal degrado e dalla mala movida. Lartista senese si candida per ideare e realizzare, insieme ad alcuni artigiani toscani del ferro battuto, il progetto della cancellata di Santo Spirito. Primi contatti con padre Pagano.

Più che una cancellata una corona di gloria. La immagina così, Massimo Lippi, la sua opera darte per il sagrato di Santo Spirito. Al progetto ha iniziato a pensarci dopo che il priore della basilica, stanco di vedere i suoi appelli cadere nel vuoto, ha lanciato lidea di cingere lo spazio antistante la chiesa per salvaguardarlo dalla mala movida, dagli atti vandalici e dallo spaccio. Lippi pensa ad elementi sferometrici e non a semplici pali conficcati in terra racconta Non sarà una brutale cancellata messa lì a separare, né unopera ciclopica o una muraglia, ma un elemento a giorno che si sposerà con la chiesa del Brunelleschi, con le opere contenute al suo interno e con la piazza.

Massimo Lippi artista figurativo senese con un passato da professore, ha esposto le sue sculture in vari Paesi e città del mondo (Polonia, Russia, Armenia, Francia, Lima, New York,), dipinge e scrive poesie si candida per ideare e realizzare, insieme ad alcuni artigiani toscani del ferro battuto, il progetto della cancellata di Santo Spirito. Su quella corona lo scultore vorrebbe imprimere i limiti e le difficoltà del tempo con segni che richiamano alla cristianità, come le rose, i fiori, i tralci, lulivo. La cancellata sarà la metafora del Buon Pastore che difende il suo gregge e lo invita a entrare nellovile continua Lippi Immagino un ingresso in corrispondenza di ogni porta della basilica e non un continuo sbarramento. Ci vuole apertura, questo deve comunicare lopera.

Lartista, che conosce bene ciò che accade (soprattutto nel fine settimana) sul sagrato della chiesa, si è confrontato anche con padre Giuseppe Pagano al quale ha dato la sua disponibilità in caso ci fosse il via libera da parte della soprintendenza e in seguito della prefettura. La Chiesa è la mia mamma e se la mia mamma è in pericolo io la difendo. È il caso di Santo Spirito prosegue Lippi Bisogna far capire a tutti quei ragazzi che frequentano la piazza che lo spazio su cui vomitano, organizzano feste, usano come toilette, ci spacciano e ci consumano droga, è sacro e va preservato. Ecco perché ho deciso di candidarmi. Ho tutto in testa, posso anche realizzare tre metri di cancellata come prova se mi venisse chiesto.

Massimo Lippi per la città di Siena ha dipinto il Palio del 2 luglio 1993, ha realizzato, tra le altre cose, le sculture per il museo della Nobile Contrada dellOca, Il Crocifisso della Madonna del Voto per il Duomo, il ciborio in bronzo per la Basilica di S. Maria di Provenzano; ma la cosa di cui va sicuramente più fiero è il portale in bronzo della basilica di San Domenico dedicato a Santa Caterina, un lavoro duro, lungo sei anni, che mi ha arricchito spiritualmente, dato che mi ritengo lultimo dei cristiani. E tanto per non farsi mancare nulla ha pure debuttato come autore e regista di teatro con tre opere, la Trasfigurazione, il Gommone e Marte Maria e pubblicato cinque libri mentre era visiting professor dellUniversità di Dallas, in Texas. Insomma, Lippi si sente a suo agio in qualunque campo artistico, ma basta parlarci cinque minuti per rendersi conto che la sua vera passione è il modellare il bronzo, la pietra e il legno.

La corona di Santo Spirito a cui penso è un tripudio di vita agreste con una sequenza di linee e di immagini. É importante però scegliere il materiale con cui dovremo realizzare lopera ragiona lartista Il ferro è una materia non troppo duttile, quindi dovremmo arrivare a tecniche di fusione, che hanno un prezzo contenuto, per ripetere questi motivi decorativi. Sui costi Lippi preferisce non sbilanciarsi, né tantomeno vuole lanciare numero a caso: Di una cosa sono certo, per realizzare una cancellata artistica e con tutti i crismi, senza lasciare nulla al caso, ci vorrebbe il concorso di tutta la città, delle fondazioni e di quelle persone di buon cuore a cui interessa uno dei luoghi e dei monumenti più importanti di Firenze.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news