LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Londra. La biblioteca che racconta il dramma dell’esilio
Ida Bozzi
Corriere della Sera 12/3/2020

Londra. Al British Museum l’artista Edmund de Waal ha raccolto duemila volumi di autori costretti a lasciare la patria

Un’opera d’arte fatta anche di libri, dove accomodarsi, leggere qualche pagina e scrivere il proprio nome. Resterà aperta da oggi fino all’8 settembre, al British Museum di Londra, l’installazione Library of Exile, «Biblioteca dell’esilio», dell’artista britannico Edmund de Waal, della quale s’era occupata pure «la Lettura» #388, il 5 maggio 2019. Un padiglione in ceramica, materiale prediletto da de Waal, già visto alla Biennale di Venezia 2019 ora per sei mesi nella capitale inglese: con dentro 2 mila libri scelti da de Waal e scritti da autori «esiliati» in epoche e per motivi diversi.

Tra i molti autori di questa «biblioteca della repressione» si può trovare Ovidio, esiliato da Ottaviano Augusto nella lontana città di Tomi sul Mar Nero; Dante Alighieri, condannato a morte in patria e destinato a non rivedere più Firenze; ci sono le opere di Albert Einstein e della scrittrice per l’infanzia Judith Kerr, fuggiti dopo l’ascesa al potere di Hitler in Germania; le poesie di Marina Cvetaeva, emigrata dall’Unione Sovietica di Stalin; l’autobiografia di Charlie Chaplin, che morì in Svizzera senza più tornare negli Stati Uniti.

Nell’intenzione dell’artista, l’opera consente una doppia riflessione sull’essenziale contributo degli esuli alla cultura mondiale e sulla lingua come appartenenza: «L’opera riguarda l’esilio — ha spiegato de Waal —, che cosa significa trasferirsi in un altro Paese, parlare un’altra lingua». Nell’installazione sono esposte anche quattro opere della serie dei Salmi dell’artista (Salmo I-IV), mentre l’esterno della stanza è dipinto in porcellana liquida su cui sono incisi i nomi delle biblioteche perdute della storia, l’antica biblioteca di Ninive o quella distrutta a Mosul, in Iraq.

Proprio alla biblioteca in costruzione all’Università di Mosul saranno donati i volumi dopo la mostra londinese. I visitatori, che possono entrare nella biblioteca e leggere i libri esposti, sono liberi di scrivere il proprio nome sull’ex libris contenuto in ciascun volume; si può contribuire anche da casa alla mostra, consultando il catalogo online (britishmuseum.org) e suggerendo nuovi autori per la collezione.




news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news