LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un G20 della Cultura nel 2021 a presidenza italiana
Dario Franceschini
Il Giornale dell'Arte numero 406, marzo 2020

Il cuore dellattività del Mibact continua a essere la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico ereditato dal passato. Una missione permanente, che racconta un pezzo della nostra identità e deve essere costantemente rilanciata nel rispetto del dettato costituzionale. Anche nelle stagioni più difficili di riduzione delle risorse, questo fronte è sempre stato presidiato grazie alla professionalità e alla dedizione del personale del Mibact, nelle sue articolazioni centrali e in quelle periferiche.

Essere orgogliosi e consapevoli del nostro passato non significa rinunciare allambizione di produrre nuova arte, di promuovere i talenti e la creatività del nostro tempo e di alimentare la creatività, perché larte di oggi divenga il patrimonio di domani. Sarà questa una delle chiavi del nuovo mandato: accanto alla protezione e promozione del patrimonio, vi sarà un forte investimento sulla creatività, il digitale e il contemporaneo, su settori fino ad oggi trascurati dal Ministero, come le imprese culturali e creative, la fotografia, larchitettura, il design, la moda, larte digitale, il fumetto, la rigenerazione urbana.

La nuova organizzazione del Mibact tiene insieme questa doppia prospettiva, oltre a riportare nel suo ambito naturale il turismo. Viene potenziata la rete della tutela, attraverso listituzione di dieci nuove Soprintendenze, a partire da quella Nazionale per il Patrimonio Subacqueo che avrà la sede a Taranto, con due sedi operative a Venezia e a Napoli.

La Direzione generale per la Sicurezza del Patrimonio culturale, poi, presterà attenzione ai rischi, alle emergenze e alle ricostruzioni in caso di crisi, calamità naturali ed effetti del cambiamento climatico. Sempre con unattenzione particolare alla tutela nasce la Direzione generale del Turismo, con il compito di curare i rapporti con le Regioni, attuare il Piano strategico nazionale, concorrere alla promozione turistica e vigilare sullEnit e sugli altri enti operanti nel settore.

Un comparto fondamentale che sta attraversando una fase di contrazione a causa dellimpatto del coronavirus su incoming, outgoing, business travel, gite scolastiche, eventi e congressi. Una volta superato questo momento critico, il percorso da riprendere sarà quello di una maggiore integrazione tra salvaguardia del patrimonio, valorizzazione culturale e promozione turistica: serve una maggiore sinergia tra la nuova Direzione generale e i settori di tutela e attività culturali, dal momento che sempre di più sarà necessario governare e indirizzare i grandi flussi turistici per decongestionare le città darte che sono luoghi da proteggere e che devono essere tenuti vivi e autentici.

La tutela passa poi attraverso la modernità, capace di permettere una capillare conoscenza del patrimonio e una sua più efficace valorizzazione. In questo avrà un ruolo centrale il nuovo Istituto per la digitalizzazione del patrimonio, la Digital Library italiana, che avrà il compito di coordinare ogni iniziativa riguardante la digitalizzazione e i quattro istituti centrali con competenze di catalogazione e ricerca in materia di archivi, biblioteche, catalogo e beni sonori.

Nellera digitale è essenziale che il nostro Paese si sia finalmente dotato di un istituto capace di trattare, alla pari, con le grandi multinazionali e i giganti della rete sempre più interessati ad acquisire documenti, fotografie e archivi da digitalizzare anche per finalità commerciali. La riorganizzazione degli uffici del Mibact guarda al futuro anche attraverso la nuova Direzione generale Creatività Contemporanea. Ho detto più volte che quando Michelangelo ha scolpito la Pietà stava realizzando arte contemporanea, che Verdi componeva musica contemporanea.

La politica e il Paese hanno avuto su questo tema un colpevole ritardo: larte è una realtà viva, dinamica, attraversata da energie e fermenti che meritano di essere incoraggiati e sostenuti. E il proscenio di questo percorso dovranno essere le periferie, che rappresentano la grande sfida dei prossimi decenni. Nel Novecento il grande tema è stato quello della salvaguardia dei centri storici. Si può fare sempre di più per migliorarne manutenzione e decoro, e in questa direzione va il bonus facciate, la norma che abbiamo inserito nella legge di bilancio che prevede un credito dimposta del 90 per cento per chi restaura nel 2020.

Mentre nei centri storici possiamo dire che la battaglia è stata vinta, per le periferie serve un salto di mentalità. Sembriamo rassegnati allidea che i luoghi dove vive, sogna e lavora la stragrande maggioranza della popolazione siano irrimediabilmente destinati a non ospitare la bellezza. Si tratta di quartieri spesso cresciuti in maniera disordinata, dove non mancano vulnerabilità e marginalità. Ma sono anche di luoghi in cui è disseminata la grande architettura del secondo Novecento italiano che va tutelata e innovata con innesti contemporanei. In questo senso, le nostre periferie da snodi di esclusione e frammentazione sociale possono rivelarsi avamposti pulsanti di energia e inventiva.

Renzo Piano ha utilizzato lefficace immagine del rammendo: trasformiamo queste realtà urbane in un grande laboratorio per produrre imprese culturali, arte, architettura, benessere e coesione sociale. La dimensione internazionale, poi, avrà un suo peso decisivo.

Limpegno profuso nellistituzione della prima task force Unite4Heritage, le azioni per inserire la componente culturale nelle missioni Onu, i passi verso una gestione internazionale della tutela del patrimonio culturale mondiale in aree di crisi continueranno con forte determinazione. Dopo il primo G7 Cultura della storia a Firenze nel 2017 stiamo lavorando a un G20 Cultura nel 2021 a presidenza italiana, mentre già questanno si terrà a Napoli un incontro con i ministri della Cultura del Mediterraneo.

La cultura deve essere un tema prioritario dellagenda globale, e lItalia ha molto da dire. Tutto questo, però, non potrà funzionare senza le adeguate professionalità: proseguirà limpegno per nuovi, importanti concorsi, per portare giovani energie nel Ministero più bello del mondo, come disse Barack Obama poco prima di visitare il Colosseo.

https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/un-g20-della-cultura-nel-2021-a-presidenza-italiana/132890.html


news

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

29-03-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 marzo 2020

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

Archivio news