LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Il direttore delle Gallerie dell’Accademia anticipa i programmi del museo veneziano
Veronica Tuzii
Corriere del Veneto 17/3/2020

L’opera in «nero» di Kapoor
Manieri Elia: nel 2021 porterò le opere dello scultore angloindiano

«In occasione della prossima Biennale d’Arte, nel 2021, ospiteremo una grande retrospettiva dedicata ad Anish Kapoor, in collaborazione con la Fondazione che porta il suo nome e che avrà sede a Venezia. Il rapporto con l’arte contemporanea è nella storia di questa istituzione. Basti ricordare che la prima apertura pubblica delle Gallerie nel 1817 era accompagnata dalla presentazione della “Polimnia” di Canova, appena realizzata». Dal contemporaneo all’antico e viceversa, a parlare è Giulio Manieri Elia, 59 anni, da luglio 2019 direttore delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, scrigno di meraviglie dal ‘300 all’800, che ha raccolto il testimone da Paola Marini (dopo l’interim di Giovanni Panebianco).

Può tracciare un bilancio di questi primi mesi?

«I principali risultati riguardano la riapertura di sei grandi sale del museo al primo piano che ospitano i capolavori del ‘500, interamente ripensate e reintegrate nel percorso espositivo. Di grande importanza è stata la ridefinizione degli spazi di accoglienza, divenuti più funzionali e direi amichevoli e la declinazione intelligente del logo del museo nei prodotti in vendita nel bookshop: un lavoro di costruzione identitaria. È stata, però, una fase complessa per le pesanti conseguenze derivanti dall’acqua alta eccezionale. Ed ora la nuova emergenza coronavirus».

Che cosa ci attende adesso?

«Il prossimo passo sarà la riapertura dell’ala ospitata nell’edificio palladiano. L’intervento architettonico terminerà a fine maggio e l’immediato riallestimento durerà circa due mesi. In una sala verrà sistemato il prezioso soffitto dipinto da Giorgio Vasari nel 1541 per Palazzo Corner Spinelli sul Canal Grande. Sono poi previste due nuove sale dedicate ai disegni. La prima sarà destinata all’esposizione temporanea di opere del Gabinetto dei disegni e verrà inaugurata con una selezione straordinaria di fogli del ‘500. Il secondo ambiente sarà dedicato all’Uomo Vitruviano . Stiamo valutando la fattibilità conservativa di rendere visibile il capolavoro di Leonardo alcuni giorni fissi ogni anno; negli altri periodi, vorremmo surrogarne la visione con un approccio virtuale. Due saloni, con un allestimento (finanziato dalla onlus Venetian Heritage) totalmente nuovo e dedicati al Sei e Settecento, apriranno infine in autunno, rendendo interamente fruibile il piano terra».

Quali novità sul fronte dei restauri delle opere?

«Molti sono gli interventi in corso, grazie al sostegno economico dei Comitati privati per la salvaguardia di Venezia, per una cifra complessiva di circa 300mila euro: il monumentale Polittico di Santa Caterina di Paolo Veneziano; il Trittico della Natività , di Jacopo, Gentile e Giovanni Bellini; il Miracolo al ponte di Rialto di Vittore Carpaccio; la Deposizione di Luca Giordano; la Caduta dei serpenti , potente composizione di Giambattista Tiepolo che vorremmo presentare, a settembre, per celebrare i 250 anni dalla morte dell’artista. Stiamo invece restaurando, a spese del museo, Le vergini savie e le vergini folli di Padovanino».

Che ruolo giocherà il contemporaneo?

«L’apertura al contemporaneo, per un museo di arte antica, avrà momenti specifici: parteciperemo alla Venice Glass Week; rinnoveremo, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia e con “We are here Venice”, la residenza d’artista; quindi, come detto, la mostra di Kapoor, con le speciali opere in Pigmento Vantablack, il famoso colore che ha brevettato».

Le Gallerie registrano circa 300mila presenze annuali, poche pensando al patrimonio della pinacoteca. Ha una ricetta per aumentare i visitatori?

«Premesso che nessuno ha la bacchetta magica, direi: riposizionamento strategico del museo, apertura al contesto locale e internazionale, aggiornamento dei servizi, valorizzazione della collezione, attività sui social. I numeri arriveranno».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news