LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Hayez e Borsato a palazzo Giovannelli. Venezia, le opere inedite emerse nel restauro. Ledificio destinato a diventare hotel
Giorgia Pradolin
Corriere del Veneto 24/3/2020

VENEZIA. Ho riconosciuto immediatamente i tratti morelliani di un giovane Francesco Hayez nelle figure, la qualità di Giuseppe Borsato nelle decorazioni e nelle cornici dell800. Una scoperta assolutamente inedita, nellunico ambiente neoclassico del palazzo, uno scrigno di opere, dice il ricercatore Roberto De Feo dopo aver varcato la soglia di una sala quasi dimenticata di Palazzo Donà Giovannelli, destinato a diventare albergo di lusso in Strada Nuova.

VENEZIA. Sul soffitto domina un affresco centrale con divinità marine, probabilmente in onore di Venezia, mentre sulle pareti ci sono le quattro stagioni personificate. Quando il ricercatore Roberto De Feo ha varcato la soglia di una sala quasi dimenticata di Palazzo Donà Giovannelli, edificio destinato a diventare albergo di lusso in Strada Nuova, si è sentito mancare il fiato. Ho riconosciuto immediatamente i tratti morelliani di un giovane Francesco Hayez nelle figure, la qualità di Giuseppe Borsato nelle decorazioni e nelle cornici dell800. Una scoperta assolutamente inedita, nellunico ambiente neoclassico del palazzo, uno scrigno di opere.

De Feo è docente di storia dellArte allUniversità di Udine, esperto di affreschi parietali dell800, già curatore a Venezia della mostra Canova, Hayez, Cicognara alle Gallerie dellAccademia. E anche autore della monografia del pittore veneziano Giuseppe Borsato (1770-1849), di cui ha subito riconosciuto lo stile in quella sala, nella parte più antica del palazzo sfuggita al restauro di Giovanni Battista Meduna (lo stesso architetto della Fenice) tra il 1847 e il 1848. Non ho alcun dubbio sullautenticità delle opere, posso metterci la mano sul fuoco. La qualità di Hayez è inarrivabile e riconoscibile, basta guardare larticolazione delle dita femminili e i tratti dei volti.

La scoperta delle opere dei due artisti è avvenuta qualche settimana fa. Quando il Gruppo Barletta ha acquistato limmobile a novembre ricorda lingegnere Gilda Cotzias, direttore sviluppo del gruppo che coordina i lavori cè stata subito lesigenza e la sensibilità di voler conoscere qualcosa di più a livello storico e artistico del palazzo, interamente vincolato dalla Soprintendenza. Abbiamo svolto delle analisi e ci siamo accorti che in alcune parti delledificio, coperti da intonaco e carta da parati, cerano tasselli di decorazioni che andavano approfonditi e ci siamo affidati a un esperto.

Da circa ventanni ledificio del XV secolo, palazzo storico della famiglia Giovannelli, poi passato ai Duchi DUrbino affacciato sul rio di Noale e su quello di Santa Fosca era in semiabbandono. Nellenorme salone nobile era stata anche custodita La Tempesta di Giorgione. La scoperta dei dipinti, originariamente realizzati su del marmorino incipriato che è stato poi ricoperto da intonaco in quella che probabilmente era un miniappartamento privato, sarà presto oggetto di una pubblicazione da parte di Roberto De Feo. Sulle pareti si nota un anziano, probabilmente a rappresentare linverno, mentre la primavera è una giovane donna che sorregge dei fiori, ma cè anche una raffigurazione in bianco e nero di tritoni che trattengono un putto, poi un cupido e sul soffitto laffresco centrale. Per il docente è una rappresentazione della vittoria di Galatea, ninfa che poggia su una conchiglia tra amorini e divinità marine. Allepoca il giovane e già talentuoso Hayez e Borsato, entrambi veneziani, lavoravano assieme in palazzi privati per sbarcare il lunario spiega il ricercatore in un progetto di Borsato ho riconosciuto il disegno del camino presente in questa sala. Per un ricercatore conclude De Feo è lemozione più grande che possa esserci. In quella stanza chiusa da decenni, forse da un centinaio danni, ci sono opere mai conosciute di Hayez e Borsato, che ora possono essere condivise con il mondo.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news