LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza rivuole lopera simbolo
Rosella Redaelli
Corriere della Sera - Milano 31/3/2020

A Monza parte una raccolta firme per riavere La Madonna con il manto, bassorilievo trecentesco della Vergine protettrice della città, dal 1839 custodito a Milano.

La Madonna del manto era la protettrice di Monza. Dal 1839 è custodita a Milano
Ora una raccolta firme per riportarla in Brianza

Monza. Cè un bassorilievo trecentesco, conservato al Castello Sforzesco di Milano, che Monza rivuole. È la Madonna del manto, unopera che dal 1333 e il 1839 ha vegliato e protetto i monzesi dallalto di Porta Nuova, lingresso a Monza per i viaggiatori in arrivo da Milano. La contesa va avanti dal 2004 quando il consiglio comunale monzese votò allunanimità un ordine del giorno presentato dallallora consigliere e storico locale Ettore Radice per chiederne la restituzione. Mi misi sulle tracce della Madonna protettrice dei monzesi alla fine degli anni Novanta spiega Radice- dopo averne letto la storia su un volume dellarcheologo Augusto Merati. La ritrovai nei depositi del Castello Sforzesco e, visto che in quegli anni si stava lavorando alla realizzazione del museo della città, ne chiesi la restituzione. Lappello, pubblicato anche sulle pagine del Corriere, suscitò linteresse dellallora direttore del Castello sforzesco Ermanno Aslan che si mostrò possibilista per un prestito a lungo termine a Monza. Qualche anno dopo il bassorilievo, che misura due metri per tre, uscì dai depositi del Castello e fu collocato al primo piano della Rocchetta dove tuttora si può ammirare.

In questi giorni di emergenza sanitaria Ettore Radice, oggi presidente dellassociazione culturale Mnemosyne, ha ripensato a quellimmagine della Madonna intenta a proteggere i monzesi (le donne a sinistra e gli uomini alla sua destra) e ha formulato insieme alla presidente della Casa della Poesia, Antonetta Carrabs, un nuovo appello che sta riscuotendo consensi sui social. Abbiamo già ricevuto lappoggio di altre associazioni monzesi disposte ad avviare con noi una raccolta firme spiega Radice e a portare avanti la richiesta una volta terminata lemergenza sanitaria. Ora che è stato realizzato il museo della città è giusto che quellopera, legata alla storia di Monza e alla devozione dei suoi abitanti, torni in città. Nei momenti più difficili della sua storia aggiunge Antonetta Carrabs la nostra città confidava nellaiuto della Vergine per sostenere i monzesi nel superare le avversità e la rappresentazione più alta di questa devozione è proprio la Madonna di Porta Nuova. Le storia del bassorilievo è legata a Monza e al castello fatto costruire dai Visconti a partire dal 1325 sullarea oggi occupata da Largo Mazzini e dal palazzo della Rinascente. Nel 1333 prosegue Radice il castello venne completato da Azzone Visconti con una cinta muraria e una porta. Il bassorilievo marmoreo, di autore anonimo, venne allora collocato sul frontale di Porta Nuova. Vi si ammirano le figure della Vergine con in braccio il bambino, ai lati i Santi Giovanni e Ambrogio, patroni di Monza e Milano e sotto il manto uomini e donne monzesi. Dal 1333 e per cinque secoli quel bassorilievo ha illuminato la via dei viandanti. Era limmagine che dava conforto a chi partiva e il benvenuto a chi entrava in città fino all8 maggio 1839 quando gli austriaci decisero di abbattere Porta Nuova. Qualcuno però si preoccupò di salvare lopera che venne portata al museo archeologico di Brera dove rimase fino al 1864 per poi finire al Castello Sforzesco.




news

02-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 2 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news