LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Precari e senza sicurezza. Il dramma silenzioso degli archeologi pugliesi
Antonio Della Rocca
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 1/4/2020

Lecce. Accanto agli operai, ai negozianti, agli imprenditori piegati dalla crisi provocata dallemergenza coronavirus, cè un nucleo silenzioso di lavoratori, i professionisti della cosiddetta archeologia preventiva, chiamati a valutare limpatto dei cantieri sul patrimonio culturale, che in questo contesto subiscono inermi il dramma di una precarietà divenuta ancora più afflittiva rispetto al recente passato. Un prezioso capitale umano, ricco di esperienze e saperi, formatosi anche negli atenei pugliesi ma, come denuncia il professore Francesco DAndria, accademico dei Lincei, già direttore della Scuola di specializzazione in Archeologia dellUniversità del Salento, vittima di un caporalato intellettuale maturato nei meccanismi perversi dei subappalti.

Queste persone già lavoravano in condizioni già discutibili si rammarica DAndria , poi diventate realmente drammatiche a seguito del Covid.19. I vari decreti del primo ministro Conte hanno consentito ai cantieri di continuare le attività, ma le situazioni lavorative sono in gran parte prive delle condizioni di sicurezza per la mancanza di mascherine e per la difficoltà di mantenere le distanze nellesecuzione dei lavori. Inoltre, limpossibilità per i funzionari delle Soprintendenza, costretti al lavoro agile come altri impiegati statali, di esercitare il controllo sulle decisioni da prendere per la tutela dei ritrovamenti, ha creato continui intoppi e a volte impossibilità di continuare. In alcuni casi il mancato arrivo dei materiali come il calcestruzzo ha portato alla chiusura dei cantieri in altri casi gli archeologi sono stati costretti ravvisa il professor DAndria - a rinunciare e si sono ritrovati senza lavoro. Molti ex allievi mi hanno fatto conoscere il loro disagio e la loro preoccupazione. Nei cantieri Tap, ad esempio, squadre di operai specializzati provenienti dalle regioni del Nord, hanno rappresentato un ulteriore fattore di rischio.

Una situazione drammatica, che anche le Consulte degli Archeologi universitari afferma il professore - hanno denunciato, insieme alle Associazioni, con documenti inviati al Ministero dei Beni Culturali con la richiesta di un intervento, seguita da un assordante silenzio. In Puglia sono almeno 200 gli operatori dellarcheologia preventiva impegnati allinterno dei cantieri delle grandi opere pubbliche e nella realizzazione delle reti dei sottoservizi, assunti dalle società appaltatrici. Di concerto con gli uffici delle Soprintendenza, sono impegnati nella sorveglianza archeologica per identificare i reperti che le attività di scavo portano alla luce, consentendone la salvaguardia. Un impegno di elevato valore culturale che ha consentito di salvare dalla sicura distruzione una grande quantità di testimonianze archeologiche. È merito di queste persone se è stato possibile recuperare preziosi reperti nascosi nel sottosuolo di Roma nel corso dello scavo per la costruzione della metropolitana. Ma, per restare in Puglia, vi è la mano di questi archeologi anche negli scavi delle tombe messapiche di Manduria.

La loro situazione è scandalosa sostiene Francesco DAndria - anche in tempi normali. Lavorano a chiamata e spesso sono costretti ad accettare, dalle ditte sub-appaltatrici, compensi molto inferiori rispetto a quanto previsto dalle tabelle sindacali e per periodi anche estremamente brevi. Insomma, una vera giungla di relazioni umane e lavorative, un vero caporalato delite, come lo definisce Rita Paris, già direttrice del Parco archeologico dellAppia Antica. E un grande dolore per chi, come me, ha dedicato una vita alla formazione degli archeologi.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news