LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

No mangificio: Regione con FirenzeNiente nuove licenze per altri 3 anni
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino 8/4/2020

Stop a nuove licenze alimentari nel centro Unesco di Firenze per i prossimi tre anni. La norma, decisa da Palazzo Vecchio nel 2017 per mettere un freno al mangificio, viene riproposta rafforzata dalla Regione. E cè un vincolo maggiore per alcune strade, con una vocazione propria: piazza Santa Trìnita, piazza Antinori e piazza Frescobaldi. si aggiungono a Ponte Vecchio, via Tornabuoni, via Maggio, via dei Fossi e lungarno Corsini.

Nessuna nuova licenza alimentare nel centro Unesco di Firenze per i prossimi tre anni. La norma, decisa dal Comune di Firenze nel 2017 per mettere un freno al mangificio, per evitare di trasformare il centro storico in un unico ristorante diffuso, viene riproposta rafforzata dalla Regione, oltre che dalla soprintendenza, con un accordo firmato ieri. Può sembrare un paradosso, ora che larea invasa dai turisti un tempo è vuota: ma è anche un modo per cristallizzare la situazione in attesa di affrontare altre sfide. Cioè la ripartenza di ristorazione e artigianato, ma anche e soprattutto il possibile assalto dei grandi, contro i quali dobbiamo fare fronte spiega lassessore Federico Gianassi.

In una situazione di crisi per tante realtà (con una su dieci, come raccontato ieri dal Corriere Fiorentino , che rischiano di non riaprire), il rischio è che arrivino multinazionali o grandi catene ad accaparrarsi le uniche licenze disponibili: quelle di imprenditori in crisi. La norma anti mangificio dei risultati li aveva ottenuti: in centro (attraverso poche scappatoie burocratiche, poi sanate) le attività sono passate dalle 1.158 del 2017 alle 1.193 attuali (nel 2012 erano 511). Le nuove aperture si sono concentrate fuori dal centro, 50 in più dal 2017 (ora sono 1.128) dopo anni di chiusure fuori le mura. Le prescrizioni allinterno dellarea Unesco commenta lassessore regionale al Commercio Stefano Ciuoffo non hanno natura meramente commerciale ma anche urbanistica. In un centro storico come quello fiorentino, negozi e botteghe sono parte integrante di identità, decoro e valori trasmessi da strade, piazze e patrimonio artistico e culturale che custodiscono.

Era questo il senso della norma del 2017, rinnovata però in una situazione opposta, con la stragrande maggioranza degli esercizi di ristorazione chiusi. Pensavamo a riproporre la norma con sottozone, con blocchi alle licenze puntuali spiega Gianassi Ma si rischiava comunque la saturazione nelle zone dove avremmo dato la possibilità di avere nuove licenze. Ed è stata rinnovato il divieto perché la norma scadeva a giugno, non potevano fare uno stop and go , riaprire e poi richiudere. Il vero tema adesso sarà la ripartenza: visto lo sforzo che siamo chiamati a fare insiste Gianassi per definire nuovi obiettivi tutelando residenza e pure lartigianato. E nel nuovo accordo cè un vincolo maggiore per alcune strade, con una vocazione propria. Oltre a quelle già previste, Ponte Vecchio, via Tornabuoni, via Maggio, via dei Fossi e lungarno Corsini arrivano anche le zone omogenee piazza Santa Trìnita, piazza Antinori e piazza Frescobaldi.

Ma cè il fronte diverso: ci sarà lassalto dei grandi gruppi (McDonalds, Starbucks) alle imprese in crisi? Per bloccarli avremo bisogno di strumenti nazionali. Ora dobbiamo fare fronte con categorie e istituzioni per evitare la caccia alle licenze, condividendo obiettivi e strumenti per ripartire insieme. La liquidità alle imprese per aiutarle a ripartire è il primo passo, la norma che tutela i negozi storici può essere uno strumento efficace. Ma sarà una lunga marcia.



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news