LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

M9, la relazione dell’advisor: affitti bassi, cda da snellire. Tre idee per la nuova identità
Monica Zicchiero
Corriere del Veneto 12/4/2020

Perdite di 6,9 milioni: insostenibili per Fondazione nell’emergenza Covid

MESTRE. Un M9 che parla agli studenti e alle scuole, centro di formazione e di didattica come il museo Galileo di Storia della Scienza a Firenze. Oppure più simile al Samsung Innovation Museum di Suwon in Corea, centro di sperimentazione tecnologica. O che si ispira al National Museum of American History di Washington come showroom di contenuti multimediali co-prodotti con start up accademiche o istituti di ricerca.

Dopo 110 milioni di investimento materiale per realizzare il museo digitale del Novecento, Fondazione di Venezia presieduta da Giampietro Brunello deve fare l’investimento più importante: dare un’identità M9, decidere a chi parla e fare le scelte di conseguenza. Sono le tre alternative che la società di advisor Andrea Rossi della Dgm di Milano ha indicato a Fondazione sui modi possibili di rendere il museo più attraente e sostenibile l’intera operazione. Ne discuterà il 15 aprile il consiglio generale. E sebbene l’investimento e le perdite siano tutte private, il tema dell’unico museo mestrino che langue nella pochezza di 52 mila visitatori (nel 2019) è di interesse per la città. Anche perché le perdite sono pari a 6,9 milioni di euro e l’advisor le definisce «insostenibili» e «pericolose» per la politica di erogazione della Fondazione visto che i 14 milioni di proventi attesi per il 2020 dagli investimenti azionari saranno azzerati dall’emergenza Covid 19.

In queste ore si moltiplicano le riflessioni. «È necessario riaprire un dibattito pubblico – dicono il segretari regionale e comunale di Articolo Uno Gabriele Scaramuzza e Gianluca Trabucco - Serve soprattutto aprire porte che sono state chiuse in questi anni in cui si è registrata una tendenza all’autoreferenzialità». L’ex presidente di Fondazione Giuliano Segre osserva che il lavoro dell’advisor sembra incompleto. «Un po’ più di coraggio progettuale per il futuro ci stava bene – dice - M9 viene da uno sbandamento grave. Nel 2015, quando io ho lasciato, erano attivi due Advisor Board di grande livello sull’offerta museale, uno sui contenuti e uno sulla tecnologia. Chiusi quasi subito per una corsa, tutta interna, ai livelli di potere aziendale. Nella testa e nel cuore della Fondazione di Venezia il progetto M9 è rimasto solo e travolto dalla mutevole e abbondante successione di amministratori», rimarca.

La relazione dell’advisor segnala che gli affitti di negozi e uffici sono ampiamente sotto i prezzi di mercato: 15,5 euro al metro quadro al mese il commerciale (contro una media di 20,5) e 9,5 il direzionale (17,2 la media), sicché tra tasse, oneri e ammortamenti il lotto Pascoli frutta 292 mila euro ed è in perdita di 174 mila; quello Poerio 109 mila (perdita di 348 mila) e Brenta Vecchia con 515 mila euro di affitti porta a casa un margine di 56 mila. Il settore «eventi» ha un margine negativo di 244 mila euro, pesantemente condizionato da quelli promozionali per Venice Marathon, per il Salone Nautico, altri condivisi col Comune (143.000 euro totali). Il consulente consiglia intanto di vendere subito il lotto Meucci che porterebbe 950 mila euro; eppure la cessione alla società Sgr che costruirà l’albergo di lusso nell’ex palazzo Telecom di via Carducci è stata stoppata dai vertici con la motivazione che sul piatto c’erano altre offerte («L’arrivo nel distretto di un hotel di lusso a 5 stelle permette una valorizzazione indiretta del distretto stesso», segnala l’advisor). Per risparmiare, Dgm dice di snellire subito i consigli di amministrazione di Fondazione M9 Museo e M9 Distretto: unico Cda con tre componenti compreso il presidente di Fondazione (invece di tre e sette) con un amministratore delegato esperto di gestione immobiliare e l’altro esperto di gestione artistico-museali; il museo si dovrebbe occupare anche della didattica (che oggi fa il distretto) e della gestione, rivedendo i contratti con gli esterni Mosaico e CoopCulture per risparmiare 550 mila euro. E ci dovrebbe essere un’unica unità di amministrazione e controllo tra Fondazione, Museo e M9 distretto.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news