LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Librai in ordine sparso. Finalmente un bagliore. Macché, è solo retorica
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 14/4/2020

Chi vuole riaprire, chi non ci pensa neppure, chi non subito, chi in parte. La prima svolta dopo il lockdown di marzo ha coinvolto librerie e librai: da oggi si può tirar su il bandone al netto dellordinanza del governatore Rossi dopo oltre un mese di attesa. Quasi tutti daccordo sul definire il decreto di riapertura un contentino, ma divisi sul da farsi.

A Firenze soprattutto il fronte è spaccato. A iniziare dalle grandi catene in zona Duomo: Libraccio riapre con un turno unico 9-18 in modo da muovere meno lavoratori possibili, mascherine, guanti e protezioni nei punti info, doppie pulizie quotidiane e distanziamento sociale. Mentre Feltrinelli non ha ancora deciso: sarà la centrale a Milano a dettare le regole per tutti. Riapre sicuramente la libreria Alzaia dellIstituto Stensen e la Tatatà in Santo Spirito: È necessario evitare il panico spiegano affrontare quel che resta di questa storia col sorriso, ma è impossibile essere del tutto sereni. Accettano ma attaccano: Il fatto che il Governo abbia confermato lutilità dei libri non ci fa caldo né freddo: cè della buona dose di retorica, ma esserci è comunque una possibilità che non andrebbe rigettata in nome di questioni di principio. Riapre anche la Salvemini , nellomonima piazza al 18: Finalmente il primo bagliore di luce. E la Marabuk di via Maragliano: Condividiamo le perplessità di chi vuol rimanere chiuso ma riapriamo dice Vincenzo Noce o perlomeno cerchiamo di farlo. PuntiFermi in via Boccaccio, alle Cure, sarà operativa solo al mattino. La On the Road , specializzata in libri di viaggio, in via Vittorio Emanuele II 32 a/r (piazza Giorgini) continua la consegna di libri a domicilio.Tra quelli che non intendono riaprire di sicuro cè la Brac di via de Vagellai, perché il suo punto forte è il ristorante, e la Todo Modo di via de Fossi, che preferisce lo sportello su appuntamento. La Piccola Farmacia Letteraria (via di Ripoli) ribadisce la sua contrarietà: No per il momento non riaprirò la libreria, per senso di responsabilità verso tutti. Anche la Cuculia , via de Serragli 3 rosso, rimane chiusa con servizio a domicilio anche per la somministrazione di cibo e bevande.

Ma ci sono anche le vie di mezzo. La Nardini delle Murate per esempio. Spiega il direttore Ennio Bazzoni: Apriamo domani e poi ogni due giorni, nel pomeriggio, e lanciamo un piccolo concorso. Crea e porta la tua autocertificazione e vinci un libro: Vado al Nardini Bookstore per.... Le Giunti al Punto fanno sapere che riapriremo nel prossimo periodo, in un tempo ragionevolmente breve: sono previste approfondite opere di sanificazione.

A Pisa dalla libreria Tra le Righe il direttore scrive: Non cè un singolo punto del decreto che mi trovi minimamente daccordo, ma vorrei darmi una possibilità. A Lucca resta chiusa la Ubik di via Fillungo, principale via del commercio cittadino. Riapre invece Il collezionista di piazza San Giusto. Per il proprietario Dante Pieroni è un piccolo segnale di speranza e di rinascita culturale, un primo passo verso un lento ritorno alla normalità. A Pistoia discutono tra loro. Nel senso che cercano una posizione unitaria, anche se è difficile. A Lo Spazio di via dellOspizio sono contrari: Proviamo forse a gestire la libreria con lo sportellino su appuntamento, come la Todo Modo. Perché agevola lacquirente e anche il libraio Anche la Cino non riapre ed ha due dipendenti in cassa integrazione. La Farnheit 451 forse solo la mattina ma devono ancora decidere. Ci sentiamo di continuo tra noi per decidere una strategia unitaria, spiegano da Lo Spazio. A Siena la storica Libreria Senese in via via di Città 62 riapre e festeggia questa come una giornata indimenticabile dopo 40 giorni. Anche la Palomar allimbocco di Piazza del Campo riapre. Come la Becarelli , sia pure con restrizioni di orari. A Livorno , Mondadori rimanda di 24 ore. La Ubik invece si prende tempo per decidere. Infine Prato non ha una tradizione di librerie indipendenti: Feltrinelli e Giunti coprono quasi tutto il mercato, e si rifanno alle decisioni centrali.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news