LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Io libraio ho voluto riaprire: vi spiego perché
Paolo Ambrosini *
Corriere della Sera 16/4/2020

* Paolo Ambrosini è libraio a San Bonifacio (Verona)

Quando l11 marzo è stata disposta la chiusura delle librerie come libraio ho obbedito alle indicazioni governative senza alcuna polemica perché avevo ben chiaro che in quel momento in gioco cera linteresse superiore del Paese.

La settimana scorsa il governo ha riconosciuto che il libro è un bene necessario e ha dato quindi facoltà alle imprese librarie di riprendere lattività, e quindi aprirò la mia libreria onorato di offrire al mio territorio un servizio essenziale e di aiutare il Paese a ritrovare unidea di futuro, anche grazie al mio lavoro, e lo farò assieme a moltissimi colleghi in tutta Italia che in queste ore, anche grazie allAssociazione (lAli, Associazione librai italiani, ndr), hanno lavorato per garantire che lapertura avvenga nel pieno rispetto delle norme sanitarie oggi richieste.

A quanti tra i miei colleghi sono preoccupati, voglio ricordare che aprire non significa rinunciare agli strumenti emergenziali che il governo ha varato, che sono confermati; fare impresa, essere imprenditori, significa comunque avere la forza e il coraggio di superare i momenti difficili come questi, in cui fare associazione non è facile perché le difficoltà aumentano le spinte al movimentismo e alle opinioni non organizzate, ma sono e resto convinto più che mai in queste ore che mio dovere sia lottare per dare prospettiva alle nostre aziende e far sì che le librerie aprano e non chiudano, il tutto sempre nel rispetto delle decisioni che le autorità ritengono di dover assumere e del giusto equilibrio tra la tutela sanitaria e la libera iniziativa dimpresa.

Il libraio da sempre è un commerciante particolare che vende beni, ma soprattutto le idee che quei beni contengono, e attraverso il suo lavoro aiuta comunità, territori, a costruire una propria identità culturale e sociale; e questo labbiamo fatto in tutte le situazioni ,anche le più difficili, e a tutte le latitudini: penso ai librai che in epoca di guerra hanno tenuto aperte le loro attività, talvolta in modo anche clandestino, per far circolare i libri, e gli scritti di autori anche contrari al governo dellepoca, o a quei librai che con il loro lavoro hanno costruito ponti tra culture e mondi diversi, ai librai che hanno permesso nel corso dei secoli la diffusione di un sapere che diversamente sarebbe rimasto privilegio di pochi...

Oggi viviamo una condizione particolare di grande ansia e paura collettiva e questo fino a quando non ci sarà un vaccino e una cura; per questo diventa fondamentale trovare una grammatica comune di convivenza con il virus: è interesse di tutti, non solo di noi librai; capire come gestire unimpresa che ha fatto nel tempo della socializzazione un suo punto di forza. È essenziale non solo per noi che quellimpresa gestiamo, ma anche per tutti i colleghi del commercio, del turismo, dei servizi, cioè per una parte determinante delleconomia e della società del nostro Paese. Non posso accettare che il commercio sia ridotto alle sole piazze virtuali, e che tutte le aziende che fanno vivere le nostre città debbano morire per una crisi che da sanitaria corre il rischio di diventare socio-economica. Per questo apro la mia libreria per aiutare il Paese a ripartire, per dimostrare che è possibile superare le ansie e le paure che il virus ci ha instillato, per ridare fiducia e prospettiva allItalia e agli italiani e lo faccio consapevole del ruolo che da sempre il libraio ha in Italia, consapevole che oggi servono i libri, il sapere, la conoscenza che i libri trasmettono, per superare le difficoltà di questo momento storico.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news