LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cultura, De Majo lancia lallarme: senza tassa di soggiorno si ferma tutto
Paolo Cuozzo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 21/4/2020

NAPOLI. Dodici assessori alla Cultura di altrettante città italiane lanciano un appello al governo Conte: chiedono misure di sostegno per il settore culturale inginocchiato dallemergenza Coronavirus. Servono nuovi strumenti di tutela per garantire stabilità agli addetti del settore, molto spesso caratterizzato da fenomeni di precarietà o di lavoro saltuario.

Tra i 12 firmatari cè anche Eleonora De Majo, assessore a Cultura e Turismo della giunta de Magistris. La situazione è a dir poco critica, serve far presto: il nostro è già il secondo appello, una sorta di manifesto. Ne avevamo lanciato un altro, appena cominciata lepidemia, firmato da 200 esponenti del mondo culturale italiano e inviato al ministro Franceschini.

E dal ministro che risposte avete avuto?

Innanzitutto ci ha incontrati, anche se in videoconferenza, prendendo nota del problema. Ed è già qualcosa. Solo che il problema, da allora, si è acutizzato.

Non cè un euro in cassa?

Esattamente. E di questo abbiamo parlato con il ministro. Lofferta culturale del Paese è alimentata da oltre un milione e mezzo di persone e ci sono i lavoratori di questo mondo che rischiano concretamente.

A Napoli, quando il 4 maggio, come pare, terminerà il lockdown, che situazione vi aspettate?

Se il governo non interviene sarà un disastro. Noi vogliamo che sia chiaro di come, anche per la cultura, le parole lavoro e città siano parole dordine.

Che tipo di aiuto chiedete?

I Comuni non stanno incassando più tributi di questi tempi. Tutti, non solo Napoli. E senza turisti non si incassa più la tassa di soggiorno, con cui si finanzia pressoché ovunque lattività culturale.

In termini percentuali, il Comune di Napoli quanto destina alla cultura dei soldi provenienti dalla tassa di soggiorno?

Tutto. Noi finanziamo interamente lattività culturale con i proventi della tassa di soggiorno.

Che adesso è vicina allo zero.

Esatto. Quindi è corretto dire che, allo stato, il Comune alla voce attività culturali, nel prossimo bilancio, scriverà zero. Ci rendiamo conto?

Quando approverete il bilancio?

Il previsionale avremmo dovuto votarlo in giunta il 30 marzo scorso. Poi è slittato al 31 maggio e non sappiamo se slitterà ancora. Speriamo solo di poter avere ancora somme da iscrivere per cultura e, ovviamente, turismo

Perché le due cose sono le due facce della stessa medaglia, soprattutto in una città come Napoli dove il turismo stava raggiungendo livelli altissimi anche rispetto al resto del Paese.

Proprio così. Napoli stava facendo, e penso farà ancora, il giro del mondo. Ma purtroppo le disdette dei turisti sono arrivate immediatamente, fin dalla scoperta del paziente uno a Codogno lo scorso febbraio. E quindi in cassa non cè davvero nulla.

A quanto ammontavano nel 2019 i proventi della tassa di soggiorno?

A 12 milioni. Che forse, rispetto ai 50 milioni di Firenze, sono pochi. Ma il trend era in crescita, come in crescita erano le attività culturali che sostenevamo con la tassa. Ovviamente, lo stesso problema lo avrà Firenze come lo avranno tutte le città italiane.

Per questo serve un provvedimento nazionale?

Sì. Sul genere di quello che si sta immaginando per ristorare i Comuni per i mancati incassi che ci saranno per le società di trasporto locali che, per via del distanziamento, avranno tantissimi utenti in meno. Anche per la cultura occorre pensare alla stessa maniera.

Magari dando ai Comuni le cifre perse relative alla tassa di soggiorno.

Magari. Ma serve anche altro.

E questo il ministro Franceschini lo sa?

Lo sa. E dalle sue dichiarazioni recenti si intuisce che ci sia una presa in carico del problema. Lo spero.

Avete in programma un nuovo incontro con il ministro?

Sappiamo che vuole avere con noi assessori discussioni monotematiche. Attendiamo quindi che ci convochi per parlare immediatamente della tassa di soggiorno.

Lidea di un fondo di emergenza per la cultura sarebbe una via duscita?

Serve tutto. Serve la tassa di soggiorno e anche un fondo per la cultura.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news