LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Bar, musei, uffici comunali il piano per ripartire. Ipotesi sconto sui plateatici
Francesco Bottazzo
Corriere del Veneto 21/4/2020

Strisce blu a tempo e tariffa ridotta. Ritorno soft dei dipendenti

VENEZIA. Termoscanner per entrare nei musei e al Casinò. Ma anche strisce blu (gratis o con una tariffa ridotta) a tempo, file forzate (a distanza) per salire nei vaporetti, e un rientro scaglionato per i dipendenti comunali che lavorano in smart working. Ca Farsetti si sta preparando alla cosidetta Fase 2, quando ci sarà la ripartenza graduale di alcune attività prima, e dei negozi dopo. Io mi sono sempre allineato con i decreti del governo e della Regione ha ribadito anche ieri il sindaco Luigi Brugnaro Devo dire purtroppo che, pur essendo ligio, non sono daccordo con questa chiusura generalizzata. Sen continuiamo a rinviare le riaperture in sicurezza, la situazione sarà disastrosa.

La ripartenza però sembra essere più complicata della Fase 1, anche perché non ci sono ancora le indicazioni del governo su come muoversi, ma sopratutto perché è necessario garantire la sicurezza di tutti. Bar e ristoranti sono gli indiziati numero uno. Quando riapriranno il Comune è pronto a concedere alcune agevolazioni economiche: se da una parte ha già posticipato il pagamento della tassa sui plateatici (chiedendo al governo la cancellazione per quei mesi in cui sono rimasti chiusi), dallallaltra è pronto a ridurne sensibilmente il costo, considerate anche le limitazioni che potrebbero essere fissate come il rispetto della distanza minima dal bancone di almeno un metro e di due tra i tavoli, anche allaperto. Sono le stesse distanze da attuare al Casinò, che è pronto a ripartire dopo le modifiche apportate il mese scorso prima della chiusura forzata: lobiettivo di Ca Farsetti infatti è ricominciare trasmettendo anche un messaggio chiaro di una vita che gradualmente deve tornare alla nuova normalità. Non a caso è già in corso una valutazione per lacquisto di termoscanner da mettere allingresso delle due sedi della casa da gioco ma anche dei musei, ma è chiaro che prima di un qualsiasi provvedimento il Comune sta attendendo le disposizioni del governo. Spero ci comunichino al più presto le modalità della Fase 2, in modo da programmare le azioni necessarie, spiega Brugnaro. Di conseguenza arriveranno le decisioni, a partire dal rientro dei dipendenti nei loro uffici. Molto dipenderà dalle condizioni e dalle distanze che dovranno tenere anche allinterno delle stanza, per questo lidea è di programmare una rientro graduale e dolce dei 1400/1800 comunali che ormai da diverse settimane lavorano in smart working.

Il capitolo più delicato è però quello dei trasporti (Noi facciamo la nostra parte ma anche il governo deve fare la sua aumentando i fondi per il trasporto pubblico, ribadisce il sindaco). Fatto salvo che la capienza dei mezzi resterà ridotta (nei bus oggi dovrebbero viaggiare 30/40 persone e nei vaporetti 70/75) Avm dovrà intervenire sulle corse, soprattutto nelle ore di punta. Intanto sta già modificando i pontili del centro storico con segnali a terra e transenne mobili per indicare distanze da tenere e file da seguire. Lidea è quella di esportare il modello di piazzale Roma nelle fermate principali, mentre per la terraferma per ora non è stata presa ancora nessuna decisione. Intanto però dopo i disagi della scorsa settimana ieri, nei percorsi principali della terraferma, lo scenario appariva fluido: complici forse i sette giorni trascorsi, utili per organizzarsi al meglio, anche le linee autobus che martedì scorso hanno avuto bisogno di corse bis in orario pendolare (6L e 7E, su tutti) viaggiavano con carichi ridotti. Piazzale Cialdini, così come tutto il centro di Mestre, vedeva pochi passanti, pochissimi alle fermate e giusto qualche auto privata; lungo via Miranese, fino a Spinea, ci si muoveva senza alcun rallentamento, così anche a Marghera. Persino piazzale Roma sembrava quasi un deposito Actv: gli autobus cerano, schierati ordinati come sempre, ma i passeggeri si contavano con una mano sola.

Per le strisce blu la gratuità sarà sospesa, anche se non ritorneranno le modalità e le tariffe di prima.

(ha collaborato G. Costa)



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news