LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Uffizi: già 10 milioni in meno, investimenti in bilico. Accordo coi musei minori
Chiara Dino
Corriere Fiorentino 21/4/2020

Schmidt azzarda: fra 2 anni altro boom

In due mesi di chiusura gli Uffizi hanno perso 10 milioni di euro e pensano ad accordi con musei più piccoli per spalmare le code in tutta Firenze quando ci sarà la riapertura. Ma se non si riaprirà il complesso museale dovrà rivedere i propri investimenti. Gli Uffizi hanno le spalle larghe dice il direttore Eike Schmidt ma se la chiusura sarà lunga dovremmo rivedere il nostro piano di investimenti e spostare delle spese al 2021.

I danni, 10 milioni di euro per due mesi di chiusura, e le prospettive, accordi con musei più piccoli per spalmare le code in tutta Firenze quando ci sarà la riapertura.

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt parla alla stampa estera per condividere dati e progetti delle Gallerie fiorentine. Non dà date certe di riaperture, per quelle aspetta la decisione della Direzione Generale dei musei, ma prospetta il dopo quando arriveranno indicazioni da Roma. Gli Uffizi hanno le spalle larghe, per il momento la perdita stimata è di 10 milioni di euro, ma se la chiusura si dovesse procrastinare a lungo dovremmo rivedere il nostro piano di investimenti e spostare delle spese allanno prossimo. Sono ipotesi mentre il principale museo fiorentino mantiene i contatti coi suoi visitatori via web nei giorni scorsi sono iniziate le visite guidate per i visitatori spagnoli in castigliano e a seguire ci saranno in inglese e la quasi totalità dei dipendenti lavorano da remoto: Una modalità che ha ricadute benefiche per lambiente dice Eike Schmidt e per la società, che anche in futuro andrà utilizzata e che per il momento vedi tanti impegnati sulla digitalizzazione.

La riapertura per ora è di là da venire le attività culturali saranno presumibilmente quelle che dovranno aspettare di più. Ma se il distanziamento richiesto dovesse non essere al di sopra di quello di cui si è parlato per fabbriche e aziende, Schmidt sarebbe pronto: Lalgoritmo messo a punto con lUniversità dellAquila, il sistema taglia coda, era studiato per consentire lingresso a un numero di persone tali per cui tra una e unaltra ci potesse essere una distanza di 22 metri. Certo poi dipende anche da come si comporta la gente. Sul fatto che per tutto il 2020 se ci saranno visitatori questi saranno solo fiorentini o italiani Schmidt è quasi certo, ma per il futuro è ottimista. Io credo riflette che entro un paio danni accadrà quello che è accaduto nel 1968 , due anni dopo lalluvione del 66, quando ci fu unesplosione di ingressi. Anche se noi premeremo per una fruizione dellarte più slow.

Nelle more sta ragionando per allargare gli accordi degli Uffizi con i musei minori come aveva auspicato anche Cristina Acidini in un intervento sul Corriere Fiorentino sabato scorso. Già adesso ricorda col biglietto degli Uffizi si poteva entrare gratuitamente allArcheologico e al museo dellOpificio delle Pietre Dure. Noi rinunciavamo a parte dei nostri introiti e favorivamo la conoscenza di luoghi bellissimi. Questa stessa soluzione si potrebbe allargare ad altri musei meno frequentati. Non basta, mentre pensa a una nuova calendarizzazione delle mostre in programma in questo periodo quella su Giovanna Garzoni, quella sui codici miniati medievali recuperati dal Commando Tutela Patrimonio Culturale dellArma dei Carabinieri e quella su Giuseppe Bezzuoli il direttore preme perché, finito il lockdown, venga procrastinata la mostra su Raffaello delle Scuderie del Quirinale oltre la data prevista, il 3 giugno: Da parte nostra cè la disponibilità a prolungare i prestiti delle nostre opere e cercherò di spingere anche altri musei a fare lo stesso magari dando loro in prestito qualcosa del nostro patrimonio. Ma anche per questo ci sarà da attendere. Non si attende invece per la tutela del museo. Sono già state fatte le sanificazione e tutti i giorni alcuni tecnici controllano che le opere siano sempre in salute e protette.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news