LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Coste e suolo di Puglia patrimonio da salvare
Pasquale Pellegrini
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 22/4/2020

Oggi si celebra la 50esima Giornata mondiale della Terra: unoccasione per riflettere sul degrado geologico che ci minaccia

Il coronavirus sta mettendo in secondo piano altri problemi ambientali apparentemente distanti, in realtà intrecciati con quanto sta accadendo. Il depauperamento degli ecosistemi terrestri è forse uno dei fattori più importanti alla base del salto di specie di molti virus, Covid 19 compreso. Perciò la Giornata della Terra, che si celebra il 22 aprile di ogni anno da ben cinquantanni, è, in questo frangente, un appuntamento speciale per richiamare lattenzione di ogni cittadino sulla crisi ambientale. Il rischio, però, è che ciascuno pensi che il problema sia rinviabile o, ancor peggio, di qualcun altro. Certo, è una questione di coscienza, ma anche di prospettiva.

Tra i tanti aspetti della salvaguardia, in Puglia, con i suoi 800 chilometri di costa e lapprossimarsi della stagione estiva, la Giornata della Terra oggi significa soprattutto declinare in una forma nuova il rapporto tra luomo, lambiente marino costiero e la salvaguardia del mare. Rispetto al Mediterraneo, tranne nella zona di Taranto e di Manfredonia, dove gli impatti industriali sono pesanti, i mari pugliesi, si trovano tutto sommato in un discreto stato di salute, dice Giuseppe Corriero, docente di Zoologia allUniversità di Bari e attento conoscitore del mare di Puglia. Tuttavia, aggiunge, è necessario mitigare gli effetti di alcune attività antropiche, in particolare luso della costa per fini ricreativi e balneari, gli effetti di scriteriati interventi di ripascimento e manomissione dei sedimenti costieri. Occorre, inoltre regolare la navigazione di piccole imbarcazioni, il cui ancoraggio produce danni rilevanti ai fondali, e ridurre la pesca e il prelievo da parte di soggetti che non sono pescatori per mestiere. Non poca cosa, dal momento che una parte importante delleconomia regionale è proprio legata alla costa.

Anche questanno, conferma Giuseppe Mastronuzzi, docente di Geomorfologia allUniversità di Bari, quando potremo andare al mare, scopriremo che varie spiagge sono arretrate, ingombre di plastica e alcune coste rocciose vietate al pubblico per rischio crollo. Nella gestione del territorio in questi anni è mancata una programmazione organica che tenesse conto dei risultati della ricerca scientifica. Persino la cartografia geologica e geomorfologica su cui si basano molti interventi sul territorio è datata o quantomeno obsoleta, è stata, infatti, realizzata tra gli anni Sessanta e Ottanta del secolo scorso.

Le coste sono, però, solo una parte del problema, laltra è la quantità e la qualità delle acque per la comunità. La penuria di acqua e la scarsità di precipitazioni sommandosi allarretramento della costa, stanno determinando la salificazione della falda, aggiunge Mastronuzzi. Preoccupa molto anche la perdita di suolo dovuta a pratiche di convogliamento delle acque di precipitazione e limpoverimento della copertura vegetale. Lacqua che non ristagna o non trova ostacoli nella sua corsa verso il mare, non alimenta la falda che manifesta segni di grave impoverimento. Insomma non cè parte del territorio che non mostri segni di degrado.

Un fenomeno abbastanza recente e nuovo è quello dei sink holes , ossia gli sprofondamenti del suolo e formazione di cavità importanti. Sono processi di dissesto del suolo e del sottosuolo, spiega il docente di Geomorfologia. È un carsismo che non è monitorato. Il fenomeno, dovuto sia a fattori naturali che allazione delluomo, può avere un impatto rilevante sulleconomia.

Simpongono scelte immediate a tutela del territorio e dellambiente marino: questo deve ricordare la Giornata della Terra. Luomo, però, continua a declinare le scelte al futuro. In assenza di tali interventi, afferma Giuseppe Corriero, il quadro relativamente positivo del contesto pugliese è destinato ad andare incontro ad un progressivo peggioramento. Un passo importante, per Mastronuzzi, potrebbe essere la costituzione di un gruppo di lavoro in cui siano rappresentate le conoscenze delle dinamiche naturali, sociali ed economiche. Una visione integrata secondo la logica dellAgenda 2030 delle Nazioni Unite.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news