LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caserta. Già ritirato il nuovo logo della Reggia
Corriere del Mezzogiorno - Campania 29/4/2020

Tutto da rifare. Stavolta procedendo sulla strada di un bando internazionale. Il nuovo logo della Reggia di Caserta, presentato solo il 22 aprile scorso, ha avuto vita breve. Anzi: fulminea. È di ieri la notizia che il direttore del monumento, Tiziana Maffei, ha deciso di ritirarlo. Lo ha fatto ammettendo «la similitudine del monogramma» con «altri già esistenti» (una delle accuse più vibranti mosse all’operazione), tornando sulle ragioni della scelta e proponendo un nuovo cronoprogramma per giungere allo stesso obiettivo: «Il concorso sarà finalizzato alla realizzazione di un segno che dovrà rispecchiare l’identità visiva a partire dal brand “Reggia di Caserta”».

Il fuoco di fila sul nuovo simbolo si era aperto in città (e non solo) già dopo la conclusione della conferenza stampa che Maffei aveva tenuto attraverso i canali social del sito. Fino ad arrivare ad una interrogazione parlamentare dei 5 Stelle. I rilievi mossi entravano nel merito e nel metodo della scelta. A partire da questi ultimi, il territorio — associazioni culturali e espressioni dei mondi delle professioni e delle arti — si era sentito defraudato dalla mancata interlocuzione con la direzione del monumento su una scelta «così identitaria», stigmatizzando poi il ricorso ad un affidamento diretto del lavoro grafico ad una società del Mantovano, la Sigla Srl (che per la verità ha avuto in affidamento il servizio di comunicazione museale già dal 17 giugno 2019). Nel merito, poi, le osservazioni poggiavano sulla circostanza che gli autori del nuovo logo (che ha preso il posto dei quattro cortili stilizzati del monumento, lavoro firmato dal grafico casertano Alberto Grant nel 1991) erano «finiti fuori traccia», ignorando la storia del complesso e, ultimo ma non ultimo, «scopiazzando» un simbolo già accostato a una mezza dozzina di marchi. Evidenza davanti alla quale ha dovuto «arrendersi» anche il direttore Maffei. Ciò nonostante il deputato pd Piero De Luca si è detto non soddisfatto: «Si faccia chiarezza sul caso».

«La Direzione del Museo ha, sempre, ritenuto la città di Caserta interlocutore privilegiato» ha precisato ieri Maffei. E a questo proposito ha annunciato che «una volta al mese, a partire dal 13 maggio, sarà organizzato l’appuntamento “Dialoghi con la Reggia di Caserta”». Il direttore e i responsabili del servizi condivideranno «progettualità, propositi, suggerimenti e iniziative». «Un’occasione per confrontarsi e scambiarsi punti di vista diversi nell’ottica di contribuire alla valorizzazione e alla gestione consapevole del nostro patrimonio culturale» è stata la conclusione. I casertani se lo augurano.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news