LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, il virus, la nuova architetturaPensiamo alluomo, non allestetica
David Fisher*
Corriere Fiorentino 30/4/2020

* David Fisher architetto

Il disastro globale che stiamo affrontando oggi avrà un impatto profondo sul nostro stile di vita, e questo choc culturale produrrà cambiamenti anche nel modo di concepire larchitettura. Non sarà più sinonimo di design e bellezza, ma diverrà piuttosto espressione di sostenibilità e logica, trasformandosi in meglio. Laltro giorno in tv vedevo un ospedale lombardo, dal tetto di scultorea bellezza nella forma di una nuvola, una vera e propria opera darte di indubbio pregio, ma ahimè la notizia era che nel reparto di terapia intensiva mancavano posti letto e respiratori.
Unaltra immagine appariva nel notiziario, angosciante anche essa, come tutti i notiziari di questi giorni, e mostrava proprio di fronte alla splendida basilica e alla maestosa piazza San Pietro, sotto il colonnato, i senzatetto, che giacevano per terra, senza cibo, né cura alcuna per combattere questo terribile virus mortale.

Ho sempre creduto che larchitettura debba seguire alcuni comandamenti, contribuendo alla costruzione di edifici che siano:

1. Funzionali

2. Soluzioni al fabbisogno dellessere umano

3. Con costi sostenibili

4. Amichevoli con lambiente

5. Basati sui principi di varie scienze, dalla sociologia, alla tecnologia, allecologia

Dopo di che si potrà pensare anche alla bellezza dei palazzi.

Molti architetti sono diventati famosi progettando bellissimi monumenti che non sempre rispondono sul piano funzionale alle esigenze per cui sono stati creati, venendo così meno alla propria responsabilità professionale.

Lo scopo, ovvero la missione, dellarchitetto, è quella di creare spazi abitativi innanzitutto funzionali alluomo e alle sue attività, contribuendo a rendere migliore la qualità di vita. I progettisti dovrebbero preoccuparsi dellinnovazione tecnologica, sviluppando così nuovi metodi di costruzione, e cercando soluzioni anche per una edilizia socialmente ed economicamente sostenibile.

Devono poi pensare alle città del futuro, promuovendo lecosistema e tornando il più possibile alla natura. In tutte le mie lezioni e conferenze fatte in giro per il mondo, ho sempre spiegato il mio credo: Corretto è bello... ma il bello non è sempre corretto.

Il modo di concepire larchitettura oggi è soprattutto come unespressione artistica, una specie di grande scultura, un riflesso di una società materiale e orientata verso lesteriorità e lo sfoggio, verso un estetismo talvolta fine a se stesso. Diversi tra gli architetti sono infatti diventati famosi, ottenendo fama e gloria, venendo definiti archistar o starchitect termini che ho sempre detestato quando riferiti a me e quindi architetti di grido.

Uno dei monumenti architettonici più importanti della nostra storia è la Cupola del Filippo Brunelleschi. Il compito di Brunelleschi, esattamente 600 anni fa, fu di costruire la cupola più grande mai edificata, con un diametro prefissato per il Duomo di Firenze. La sfida fu come costruirla, e il risultato è che la sua forma e bellezza sono infatti il frutto di ingegneria, di costruibilità. Per realizzare la Cupola furono utilizzate macchine che larchitetto stesso aveva progettato, segnando un formidabile progresso nella scienza delle costruzioni. È un simbolo del Rinascimento fiorentino e un chiaro esempio di come la tecnologia determina forma.

Oggi, più che mai, è la funzionalità che dovrebbe modellare la forma, la scienza creare bellezza.

A mio avviso la forma e la bellezza sono le cose meno importanti dellarchitettura e comunque non lobiettivo principale di un edificio. Ho scoperto che, nelle mie conferenze, il pubblico, spesso, rimane incredulo che un architetto fiorentino metta il design in fondo alla lista di priorità... ma sì, ho avuto la fortuna di essere testimone degli artisti del Rinascimento, tra cui Leonardo che mise la scienza alla base dellarte figurativa.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha detto qualche giorno fa che il disastro della pandemia potrebbe provocare un nuovo Rinascimento. Concordo e sono certo che questo cataclisma umano modificherà il nostro modo di pensare, instillando valori di attenzione verso gli aspetti umani e il vero valore della vita. Credo quindi che anche larchitettura assumerà un nuovo significato.

I leader del mondo post coronavirus daranno la priorità a ospedali, scuole, carceri, uffici e residenze, e larchitettura si evolverà per soddisfare i bisogni delluomo, piuttosto che creare monumenti e cattedrali. Non possiamo più permetterci di costruire sculture giganti e mettere le persone al loro interno.

Gli architetti, invece che disegnare i muri, quindi linvolucro esteriore degli edifici, progetteranno gli spazi interni. Le risorse finanziarie saranno impiegate in unaltra architettura, volta a soddisfare prima di tutto le esigenze funzionali. Poi, una chiesa, ad esempio, dove larte figurativa e la bellezza svolgono una funzione centrale, ci potrà anche stare, anche il bel design degli ospedali può avere funzionalità ed un significato valido, in quanto offre sollievo ai pazienti. Lospedale pediatrico Meyer di Firenze e il Phoenix Children Hospital dellArizona ne sono buoni esempi, ma nella maggior parte degli altri edifici lestetica e il design saranno davvero secondari offrendo priorità alla funzionalità.

Gli edifici dovranno essere sostenibili, facili da mantenere, con una durata quasi eterna, non come i grattacieli di oggi che hanno una vita prevista di soli 50 anni. I grattacieli di domani assomigliano alle torri della Toscana, costruite nel Medioevo, eterne e quindi anche sostenibili.

Larchitettura dinamica e i miei grattacieli rotanti sono soltanto un simbolo e lespressione di ciò che verrà, un nuovo concetto di architettura, basata sulla logica, funzionalità ed ecosostenibilità e la bellezza ne sarà il risultato. Il coronavirus ci insegnerà tante cose, tra cui pensare ai veri valori della vita, portandoci a riflettere sulle priorità.
Un Nuovo Rinascimento.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news