LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Merkel: «Disciplina». Ma riapre i musei e dice sì alle messe
Paolo Valentino
Corriere della Sera 1/5/2020

La cancelliera in videoconferenza con i leader dei Länder chiede cautela. L’indice del contagio in discesa (allo 0,76)

BERLINO. La Germania avanza sistematicamente ma con cautela sulla strada delle ripartenze. Dalla videoconferenza di Angela Merkel con i premier dei 16 Länder giunge il via libera alla riapertura dal 6 maggio di parchi-giochi, musei, gallerie, zoo e chiese, in condizioni di sicurezza. Un fondo di emergenza da 10 milioni di euro finanzierà le misure di adeguamento di queste strutture.

Il 6 maggio un nuovo vertice deciderà di asili e soprattutto scuole, che dal 20 aprile hanno ripreso l’attività didattica solo per le ultime classi e quelle di passaggio da un ciclo all’altro. Poi governo federale e Länder discuteranno le riaperture di ristoranti e bar. Rimangono vietati fino a fine agosto, e forse «ancora per un tempo più lungo», i grandi eventi: sport, concerti, festival. Rimane anche il divieto a viaggiare in Europa. Discorso a parte per la Bundesliga, la Serie A tedesca, già attrezzatasi per riprendere a porte chiuse dal 9 maggio: il vertice di Berlino ha rinviato ogni decisione al prossimo giovedì. Ma è improbabile che riprenda prima di metà mese.

Sulla decisione di riaprire i luoghi di culto ha pesato il giudizio della Corte costituzionale di Karlsruhe, che mercoledì aveva sanzionato la chiusura completa delle chiese come «una grave intrusione» nella libertà di religione, invitando le autorità a togliere il divieto.

I divieti

Grandi eventi bloccati fino ad agosto. Anche i viaggi in Europa dovranno attendere

«Non abbiamo nessun modello di riferimento e dobbiamo imparare ogni giorno», ha detto Angela Merkel. «Occorre tenere d’occhio costantemente gli effetti degli allentamenti, rimanere disciplinati, mantenere la distanza di sicurezza e seguire le misure igieniche». E ha ammonito che «se la curva delle infezioni dovesse tornare a farsi più ripida», governo e Länder «dovrebbero essere pronti a reagire», tornando a misure più restrittive. Ancora più cauto il premier bavarese Markus Söder, che presiede la conferenza dei Länder: per lui «in futuro ci sarà solo una normalità col Coronavirus; finché non saranno trovati una terapia e un vaccino il pericolo di una seconda ondata è reale».

Intanto il Koch Institut annuncia che dopo il balzo dei giorni scorsi è tornato a migliorare il tasso di contagio, (R0), cioè il numero di persone che ogni ammalato di Covid-19 infetta: ieri era sceso a 0,76, cioè 10 contagiati infettano in media 7,6 persone. Tenerl0 sotto 1 in modo costante e sostenibile è decisivo. I casi di infezione sono 160 mila, ma i decessi sono relativamente pochi, circa 6.300, una mortalità pari al 4%. Ieri però il presidente del Koch Institut Lothar Wieler, ha ammesso che probabilmente il numero è superiore a quello ufficiale: «Registriamo un aumento dell’eccesso di mortalità rispetto alle medie annuali, non è enorme, ma aumenta».

Indirettamente rispondendo al presidente del Parlamento, Wolgang Schäuble, che ha definito «un errore subordinare tutto alla vita umana», Merkel ha ringraziato la scienza: «Decidiamo noi politici, ma siamo grati agli scienziati. Sarebbe problematico se non avessero il coraggio di dirci quel che sanno».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news