LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Borghi, spiagge e monti da scoprire. Daremo la nostra bellezza ai pugliesi»
Francesco Strippoli
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 3/5/2020

BARI. «Non mi sento affatto inutile. Anzi. Occorrono idee e sono certa che da questa difficile situazione ne potremo ricavare un vantaggio per il nostro turismo». Nancy Dell’Olio è un’avvocata internazionale, con base a Londra («sono considerata l’italiana più conosciuta in Inghilterra»). Viste le sue radici a Bisceglie, un anno fa è stata incaricata dalla Regione di rappresentare la Puglia all’estero. Nonostante la crisi dovuta al Covid, Dell’Olio mantiene intatta la sua fiducia nella forza del turismo pugliese.

Come immagina l’estate 2020?

«Una stagione molto diversa, non c’è dubbio. La guarderemo tutti, anzi la vivremo, con animo differente. Attraversiamo una fase che sta cambiando l’umanità, cambierà anche noi. Ma non tutto ciò che muta è un danno».

Cosa intende dire?

«La Puglia ha le carte in regola per volgere lo svantaggio in vantaggio. Dalla pandemia mi auguro un nuovo “rinascimento nazionale”, lo sarà anche della Puglia. E confido, tra l’altro, nel proverbiale spirito imprenditoriale dei pugliesi. Parliamo di un comparto produttivo che, dopo il vento in poppa degli anni scorsi, è divenuto una voce rilevantissima del Pil regionale. Va salvaguardato».

Sicuro. Ma lei, intanto, a chi si rivolge in questi giorni?

«I turisti della Puglia, quest’anno, parleranno meno inglese. In attesa di vedere le regole che le autorità nazionali e regionali stanno preparando per chi va in vacanza, occorre guardare ad altro».

Cioè il mercato italiano.

«Cominciamo col dire che si deve guardare al 70 per cento di italiani che normalmente fa vacanza all’estero. Quest’anno in pochissimi andranno fuori dai confini nazionali. Si deve puntare a loro. Teniamo conto, per di più, che molti settentrionali, penso ai lombardi ma non solo, sono proprietari di seconde case qui in Puglia. Hanno un legame speciale con noi».

Bisognerà vedere se sarà consentito spostarsi di regione in regione.

«Certo, aspettiamo le regole. Il nostro secondo passo, concreto, deve essere di far scoprire la Puglia ai pugliesi. Comincerò io per prima, ma il concetto vale per tutti. Ci rivolgeremo ai pugliesi che non conoscono la propria terra. O credono di conoscerla ma in realtà ignorano borghi, spiagge, colline e monti che meritano di essere visitati ed esplorati. Noi siamo avvantaggiati».

Perché avvantaggiati?

«Siamo pieni di tesori, in Puglia, da nord a sud. Ma noi proponiamo un turismo fondato anche sulle emozioni. Nonostante la pandemia, l’autenticità e le esperienze restano e saranno diverse. So già di persone che hanno cominciato a prenotare case vacanza e ville private. Questo è un segmento del lusso ma arriverà pure il resto».

Occorrerà tenere le distanze.

«La Puglia è in condizioni ideali per far tenere la distanza fisica: non solo le masserie e gli agriturismo, per definizione, sono spazi molto larghi, ma pure gli 850 chilometri di costa consentiranno di andare in spiaggia in sicurezza. Aspettiamo le regole del professor Lopalco. Pugliapromozione sta preparando un manualetto per come comportarsi in spiaggia. Per i bambini lo potremo fare a fumetti».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news