LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei, il dubbio di Abete: conviene riaprire?
Chiara Dino
Corriere Fiorentino 5/5/2020

Il presidente di Civita: chi svolge i servizi aggiuntivi vuole garanzie economiche

Sulla riapertura dei grandi e piccoli musei statali di Firenze (dagli Uffizi allAccademia e poi il Galileo o lArcheologico) ma anche di quelli senesi e di molti altri piccoli centri toscani, pesa una variabile non indifferente. È la risposta a una serie di garanzie economiche e sanitarie che Opera Laboratori Fiorentini, grosso concessionario dei servizi aggiuntivi, farà domani mattina al direttore generale dei musei Antonio Lampis.

Chiederà chiarezza e sostegno Luigi Abete, che del gruppo Civita a cui appartiene Opera è presidente e, ci dice: Non lo farò solo. Per mercoledì 6 è convocata una riunione da remoto con Lampis a cui parteciperanno tutti i soggetti che come noi offrono servizi di prenotazione, sbigliettamento, produzione di mostre, guide e assistenza in sala nei musei italiani. Ci saranno le associazioni di categorie come Confcultura e Alleanza delle Cooperative. Abbiamo bisogno di certezze per rimandare i nostri dipendenti al lavoro.

Qualche numero: in Toscana per Opera/Civita lavorano circa 450 persone. Per ora e sino al 10 maggio l85/90 per cento di loro è in Cassa Integrazione. Ma, visto che il Governo ha approvato altre 9 settimane di Cassa, per paradosso allazienda potrebbe convenire chiederne la proroga piuttosto che invitare la sua forza lavoro a tornare nei musei. E questo anche se, come nel caso degli Uffizi, alcuni sono pronti a riaprire il primo giorno utile, secondo indicazioni ministeriali, e cioè il 18 maggio. Il punto ci spiega Abete è che noi abbiamo bisogno di linee guida nazionali per i problemi della sicurezza e sulla responsabilità legale della stessa. Ma non basta: Cè un tema economico che non va sottovalutato. Abbiamo bisogno di certezze per il ristoro relativo al periodo di chiusura degli ultimi due mesi. Nelle casse di Opera, inoltre, entra il 14 per cento di ogni biglietto venduto. Se si dovesse aprire subito, quando è certo che nei musei entreranno in pochi, il margine di guadagno sarebbe scarso, a fronte del fatto che aggiunge Abete: bisognerà affrontare maggiori costi per garantire la sicurezza e il distanziamento sociale. La chiusura in marzo e aprile, con la Pasqua in mezzo, è stato un danno notevolissimo, in genere questa è lalta stagione. Quella su cui si basa la maggior parte dei nostri introiti. La questione, come si vede, è tuttaltro che semplice, tenuto conto che in capo allazienda ci sono anche costi fissi di sedi, laboratori di restauro e scenografia che lavorano allallestimento delle mostre. Ed è una questione su cui si attende una parola da Lampis.



news

21-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news