LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L’arte e le sanificazioni. «Non usate candeggina»
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 20/5/2020

A vedere, in un video di Corriere.it , le sanificazioni con detergenti e nebulizzatori nelle chiese di Roma, i restauratori si sono allarmati. «Le opere d’arte così si rovinano».

Nella fretta della ripartenza, delle pulizie, delle sanificazioni e della messa in regola di ogni attività per entrare a pieno regime nella Fase 2, c’è un interrogativo — nato da un video del Corriere.it — che ha fatto allarmare il mondo dei restauratori: chi controlla che non si sciupino le opere d’arte nelle tantissime piccole chiese e pievi sparse sul territorio dove non ci saranno controlli della soprintendenza sui prodotti utilizzati? A lanciare l’allarme che prende di mira anche il rischio «di eccesso di zelo di alcuni parroci di campagna» che per «la fretta di riaprire la chiesa» non si sa come si potrebbero comportare con l’arte che custodiscono, è stata l’associazione «Restauratori senza frontiere».

A stilare le linee guida pubblicate dal Ministero sono stati l’Istituto Centrale per la Conservazione e il Restauro, I’Istituto Centrale per la Patologia del Libro e l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze. Ma nessuna di queste realtà è titolata a vigilare. Tocca alle soprintendenze. «Le note ministeriali vengono direttamente applicate nei musei — raccontano dal versante toscano dell’associazione — Quello che preoccupa è che sfuggano dal controllo le operazioni nelle chiese più piccole».

Il video di Corriere.it , che ritraeva le pulizie in una basilica Roma con prodotti lucidanti e nebulizzati su un altare di pregio, ha fatto subito partire il ping pong di lettere e raccomandazioni anche a Firenze. Tanto che lo stesso Marco Ciatti, soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure, uno dei redattori delle stesse linee guida, è arrivato a dire che «quasi mi sono vergognato a dover mettere nero su bianco che non si deve passare la candeggina su un dipinto, è questione di buon senso». Lo stesso cardinale Giuseppe Betori ha prontamente scritto ai parroci della diocesi fiorentina che «per l’igienizzazione dei vasi sacri, delle ampolline e di tutta la suppellettile necessaria si consiglia di utilizzare acqua e sapone, ad esempio quello di Marsiglia evitando il contatto con prodotti potenzialmente nocivi» e soprattutto che «è richiesta l’igienizzazione e non la sanificazione periodica dell’ambiente delle celebrazioni». L’attenzione si è alzata al punto tale che dopo due giorni le linee guida ministeriali sono state recepite e pubblicate anche dalla Cei sul proprio sito. Per maggiore sicurezza.

«Se parliamo di beni culturali non dovrebbero esserci dubbi — ribadisce Ciatti — sono tutti soggetti alle stesse disposizioni, sia agli Uffizi che nelle chiese: bronzo, pigmenti, materiali lapidei potrebbero essere danneggiati dal sodio ipoclorito della candeggina. Ed è vitale evitare la nebulizzazione dei prodotti. Ma è una cosa che sanno tutti». Ma soprattutto «nessun prete deve toccare le opere d’arte: solo i nostri restauratori possono farlo».

Le operazioni di controllo sono affidate alle soprintendenze delle Belle Arti. A Firenze quindi ad Andrea Pessina: «Il problema delle sanificazioni e dei possibili danni ce lo siamo posti fin da subito — racconta — a inizio settimana scorsa abbiamo inviato una nota a tutte le diocesi e alle amministrazioni, abbiamo trasmesso in allegato le indicazioni dell’Istituto Centrale del Restauro per spiegare le cautele da adottare, i prodotti da non usare e la necessità che qualsiasi sanificazione di opere d’arte debba essere sottoposta ad autorizzazione da parte nostra ed eseguita da restauratori qualificati». Anche lui la vede come Ciatti: il buon senso dovrebbe bastare. Ma è meglio non fidarsi troppo del buon senso altrui: «Immaginiamo che i parroci siano sufficientemente attenti ma anche lavando i pavimenti si può rovinare un quadro o gli arredi di culto circostanti — chiosa il titolare delle Belle Arti — Sarebbe difficile per noi essere presenti in ogni chiesa dopo ogni funzione, quindi diamo delle indicazioni generali. Ma siamo a disposizione se ci chiamano».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news