LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. «Sos» cultura: fondi dalla Regione
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 19/5/2020

Il piano annuale di Galli: 12 milioni per teatri, cinema e musei, bandi e Art bonus

Risorse per 10-12 milioni a tutto il sistema culturale lombardo, prestiti e bandi per esposizioni innovative: sono le misure con cui l’assessore regionale Stefano Bruno Galli intende salvare teatri, cinema e musei dal coronavirus. Il suo piano annuale per la cultura verrà approvato tra pochi giorni. Tra i vari provvedimenti, oltre alla possibilità di allestire spettacoli itineranti e drive-in, ci sono i contributi pubblici: al Vittoriale che, per fare un esempio, ha perso 1,2 milioni di introiti a causa della chiusura, arriveranno 110 mila euro con cui predisporre un drive-in e risorse per sistemare le piazze Dalmata ed Esedra. Tra le varie misure anche il bando Innovamusei, con cui sarà possibile ripensare esposizioni e allestimenti, in modo da coinvolgere il pubblico lombardo («per un anno — commenta l’assessore — dovremo rinunciare al turismo culturale da fuori regione»). Quanto ai teatri, che potranno riaprire dal 15 giugno con 200 spettatori al massimo in sala e artisti distanziati, Galli chiede al governo «maggiore chiarezza: ci saranno problemi di ingaggio».

«Mettersi il papillon a Ferragosto è impensabile» (cit). Oltre alle rogne da risolvere con il dress-code del pubblico — i teatri riapriranno il 15 giugno, quando di solito chiudono —, ai cavilli e ai centimetri del nuovo Dpcm — ballerini, performer, artisti dovranno esibirsi sul palco e in buca a distanza di un metro l’uno dall’altro — e a qualche sgarbo istituzionale su Whatsapp, l’assessore regionale all’Autonomia e alla cultura Stefano Bruno Galli sta pensando a un antidoto per salvare u n intero settore dallo stramaledetto coronavirus. «Tra qualche giorno — dice — approveremo il programma annuale della cultura. Ho perso il 40% delle risorse (34 milioni, ndr) ma a cinema, teatri e musei lombardi riuscirò comunque ad assegnare dai 10 ai 12 milioni di euro». Un esempio a caso? «Il Vittoriale: finanzierò il drive-in con 110 mila euro. E contribuirò alla pulitura delle piazze Dalmata ed Esedra».

Altre misure del piano?

«Prestiti a tutto il sistema culturale, Art bonus regionale, spettacoli itineranti... E un bando chiamato Innova musei con cui finanziare nuove tecnologie».

Vale a dire?

«Dovremo dimenticare il turismo culturale per almeno un anno: bisogna pensare a una strategia per portare il pubblico lombardo — in crisi economica — a visitare musei che magari ha già visto due o tre volte. Credo sia necessario studiare criteri espositivi innovativi».

Nel giro di 24 ore, sabato il governatore Fontana ha cambiato due volte idea sui musei: non aprono, anzi aprono. L’assessore alla Cultura di Milano Del Corno ha risposto con il cianuro.

«Del Corno pensasse ai suoi musei: a quelli lombardi ci penso io. Gli andamenti del contagio cambiano di ora in ora: decidere non è facile».

Come sono messi i bilanci della cultura?

«Ho chiesto i numeri a tutti i musei, e farò lo stesso con cinema e teatri. L’anno scorso, il pubblico del Vittoriale è cresciuto del 43,8%, ma la chiusura è costata oltre 1,2 milioni di mancati incassi. Il Museo della Scienza e della tecnica, che aveva segnato un +26,5%, ha perso 1,182 milioni e la Triennale, l’unica a registrare un segno negativo di presenze l’anno scorso (-20%), 1,9».

Brescia Musei?

«Non ha fornito i dati (nemmeno a chi scrive, ndr)».

Come annunciato da Emanuela Daffra, direttore del Polo museale della Lombardia, ieri Castello scaligero e Parco delle incisioni rupestri hanno ricordato i morti del coronavirus con un «silenzio fuori ordinanza» sui social (Santa Giulia farà lo stesso il 21 maggio). Lei non è stato invitato.

«Uno sgarbo istituzionale gravissimo, per cui ho ricevuto scuse su Whatsapp. Il Parco di Naquane appartiene alla Regione per circa la metà: non è casa della Soprintendenza. E non dimentichiamo quanto mi sia impegnato per il suo rilancio con un accordo di valorizzazione mai fatto prima. L’iniziativa di ieri, poi, è una gufata, una distinzione tra morti di serie A e morti di serie B: purtroppo non abbiamo ancora raggiunto i decessi zero».

Cosa ne pensa delle misure governative per i teatri?

«Potranno riaprire quando di solito finisce la programmazione. Mi chiedo come faranno le orchestre di cento elementi a suonare senza fiati e con i musicisti a un metro di distanza l’uno dall’altro. E i cantanti lirici? E i ballerini? Ci saranno seri problemi di ingaggio. Serve chiarezza».

Brescia e Bergamo hanno deciso di candidarsi insieme a capitale della Cultura 2023. Che ne pensa?

«Sono assolutamente favorevole. Mi piacerebbe convocare un tavolo per ragionarci insieme».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news