LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Musei, qualcosa riapre
Edoardo Sassi
Corriere della Sera - Roma 17/5/2020

Non sarà, ovviamente, una riapertura generalizzata. Ma qualcosa si muove anche nel comparto mostre e musei, alcuni dei quali saranno di nuovo accessibili — sia pur con tutte le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria ancora in corso — già a partire da domani o comunque da questa settimana.

Due i fronti: i musei comunali, quelli che dipendono dal Campidoglio. E i musei statali, che invece rispondono al Ministero per i beni culturali. In entrambi i casi, tratto comune, restano chiuse tutte le aree archeologiche: per ora niente visite al Foro Romano, al Colosseo, ai Fori Imperiali o alle Terme di Caracalla.

Aprono invece i Musei Capitolini, ed è un’apertura anche simbolica trattandosi del museo pubblico più antico del mondo. Da questo martedì a giovedì, per tre giorni, accessibili solo ai possessori della Mic Card (la tessera al costo di 5 euro che comunque tutti possono fare e che permette l’ingresso nei musei civici per un anno). Poi, da venerdì, ingresso per tutti, ma solo — e questo vale per tutti i musei — con prenotazione obbligatoria.

A spiegare le nuove modalità di accesso, ieri durante una conferenza stampa online, il vicesindaco della Capitale Luca Bergamo e la sovrintendente capitolina Maria Vittoria Marini Clarelli. In sintesi, termo-scanner per la misurazione delle temperatura all’ingresso (non si entra con più di 37 e mezzo), mascherina obbligatoria (anche in vendita nelle librerie dei musei), accessi contingentati, percorsi «bollinati» con distanze. Oltre ai Capitolini, riaprono anche, sempre da questo martedì, Palazzo Braschi, dove nel frattempo è stata prorogata al 21 giugno la mostra di Canova, e il Palaexpò con le antologiche di Jim Dine e Gabriele Basilico. Notizia importante: l’attesa esposizione sui marmi Torlonia, che avrebbe dovuto aprire ad aprile, al momento è stata rinviata a dopo l’estate. Per tutti gli altri musei civici — dall’Ara Pacis ai Mercati di Traiano, dalla Galleria d’arte moderna di via Crispi alla Montemartini — riaperture previste a partire dal 2 giugno.

Per quanto riguarda i musei statali riapre, da martedì, la Galleria Borghese. Le visite, solo su prenotazione (a partire da domani) si svolgeranno secondo l’orario consueto, dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19 e con turni di visita di due ore. Museo accessibile con obbligo di mascherina e ridotto numero di accessi (80 persone per turno). Tutti i servizi di accoglienza sono nei box lungo il viale esterno della Galleria.

Apre al pubblico, già domani, anche la Galleria nazionale d’arte moderna, con alcune novità: una installazione — una grande scritta «Open» in pellet rigenerato, che funziona anche da seduta — e una mostra, titolo «A distanza ravvicinata», con 30 opere in collezione. Fine lockdown, parziale, anche per il Maxxi: da martedì riapre la biblioteca, da venerdì la mostra «Gio Ponti. Amare l’Architettura».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news