LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Poldi Pezzoli, partenza in pole position
Chiara Vanzetto
Corriere della Sera - Milano 16/5/2020

La ripresa all’insegna di un’offerta speciale: i primi 3 mila visitatori pagheranno soltanto 1 euro

Di norma i musei milanesi chiudono il lunedì. Così il Poldi Pezzoli, che la pausa settimanale ce l’ha martedì, si ritrova il 18 a fare da apripista: sempre che oggi o domani la Regione non cambi idea, sarà la prima collezione cittadina che sperimenta la ripresa dopo il lockdown. E sarà una ripresa molto speciale, perché i primi 3 mila visitatori usufruiranno di un ingresso ridottissimo a 1 euro. Ma andiamo con ordine.

Che cosa è successo alla collezione e al personale durante il lockdown? «Non abbiamo mai smesso di lavorare — spiega la direttrice Annalisa Zanni, sempre appassionata e coinvolta nel proprio incarico —. I custodi hanno alternato pulizie di fino e cassa integrazione. Lo staff scientifico e i servizi educativi, collegati da remoto, hanno studiato per pubblicare sui nostri canali social diversi contributi tra cui le #PoldiPezzoliStories: pillole di conoscenza e approfondimenti su singole opere per il pubblico che, complice il virus, ha potuto dedicare maggior tempo alla bellezza e all’ascolto». Sono 30 le narrazioni postate online, che restano fruibili gratuitamente anche dopo la riapertura: seguitissime tutte, in particolare quella sulla «Madonna del libro» di Botticelli che ha raggiunto 250 mila contatti, o quella sulla «Dama» del Pollaiolo con 40 mila.

«Il fil rouge è questo: i beni culturali, anche quelli custoditi qui, appartengono alla nostra storia e quindi a noi stessi. Noi cerchiamo di restituire a tutti la loro conoscenza, che deve essere condivisa. Ferma restando l’insostituibilità dell’incontro diretto con l’opera d’arte, vero nutrimento dell’anima». E il futuro? «Sarà più slow, legato alla prossimità e alla scoperta del territorio. Niente più code, affollamenti, frenesie, ma itinerari ragionati per riscoprire l’identità di Milano». Torniamo ora all’occasione straordinaria dei biglietti a 1 euro, possibile grazie all’intervento dell’Associazione degli Amici del Poldi Pezzoli. «I nostri progetti per il 2020 erano diversi — racconta il presidente Aldo Citterio —. Avremmo voluto finanziare un orario di apertura prolungato. Ma dopo la pandemia abbiamo deciso di investire le risorse per rimettere in moto il meccanismo dell’afflusso di pubblico». L’idea è semplice: il biglietto costa 14 euro, il visitatore ne mette 1 e dei restanti 13 si fanno carico gli Amici: il museo non subisce perdite, anzi, a breve avrà in cassa 3 mila ingressi pieni.

Nel frattempo, dopo 78 giorni di blocco, lo scrigno di tesori del Poldi Pezzoli si è preparato all’accoglienza con tutte le precauzioni. Ingressi contingentati, meglio su prenotazione, sanificazione delle parti comuni, guanti e mascherine per il personale: dovrà indossarli anche l’ospite, che all’ingresso troverà disinfettante per le mani e tappetino igienizzante per la suola delle scarpe



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news