LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pisa. I bancarellai ci riprovano:fateci tornare alla Torre
Luca Lunedì
Corriere Fiorentino 23/5/2020

I commercianti: moratoria. No degli architetti

Pisa. L’eco dei passi nella piazza vuota arriva fino alle tende chiuse dei banchi, dormienti in attesa che i turisti vengano di nuovo a riempire il selciato. Le bancarelle hanno i tendoni abbassati, del resto con le frontiere chiuse persino tra regione e regione i souvenir della Torre pendente non attraggono nessuno. Ecco allora che ritorna quel sogno proibito che sembrava chiuso nel cassetto: riprendersi il posto occupato per decenni, all’ombra della Torre. «La situazione è drammatica, paragonabile al secondo dopoguerra — spiega Gianmarco Boni, presidente del Consorzio Pisa dei Miracoli, l’associazione che riunisce i commercianti — allora le attività furono collocate in Piazza del Duomo. Oggi la situazione è simile, per questo chiediamo di rientrare dove siamo sempre stati».

Le visite ai monumenti ripartiranno il prossimo 30 maggio e così pure, dopo qualche giorno, anche le 44 attività che da qualche anno sono confinate nella vicina piazza Manin riapriranno i battenti: «Per questo diventa fondamentale riprendere il dialogo con il sindaco Michele Conti per una soluzione che ci liberi da Piazza Manin — continua Boni, che avanzerà una proposta all’amministrazione comunale — Serve una moratoria di 5 anni che ci permetta di rientrare in Piazza dei Miracoli, con strutture riqualificate e rimovibili e puntando sui prodotti made in Italy e made in Tuscany. Speriamo che la Soprintendenza, che ci ha sempre negato questo permesso, capisca che stiamo vivendo un momento straordinario». La lunga trattativa con Palazzo Gambacorti, vissuta con alcuni momenti di tensione, era approdata alla soluzione della Umi-1, all’interno del complesso dell’ospedale Santa Chiara in dismissione, ma nell’area del pronto soccorso è stata creata un’unità Covid.

La proposta dei bancarellai ha sollevato opposizioni altrettanto rumorose, come quella dell’Ordine degli architetti: «Come cittadini e come professionisti intendiamo ricordare come Piazza del Duomo non appartenga ai soli bancarellai pisani, ma sia un bene comune, appartenente a tutti i cittadini pisani, alla comunità nazionale e, quale sito Unesco, all’umanità intera. Riteniamo pertanto inconcepibile che una qualsiasi categoria pensi ancora di poter eludere la norma per affrontare una crisi che tutti stiamo vivendo con drammaticità. Il profondo disagio non può essere affrontato eludendo una legge, ma perseverando nell’applicarla, non prescindendo dalla tutela e conservazione del patrimonio». A loro si è subito unito il comitato «Mai più bancarelle in piazza Dei Miracoli» che aveva già, a suo tempo, raccolto 2.700 firme contro il ritorno dei banchi sotto la torre: «Esprimiamo rincrescimento e incredulità di fronte al tentativo di sfruttare un evento drammatico per riproporre una questione ormai chiusa — scrivono — una tale soluzione è impedita dalle leggi, dal buon senso, dalla volontà della città. Per ripartire con un nuovo slancio e una nuova immagine dell’offerta turistica è oggi ancora più necessario al contrario liberare del tutto non solo Piazza Duomo, ma anche le zone limitrofe». La soluzione, per il comitato, è spostare le bancarelle nel «parcheggio scambiatore di via Pietrasantina, dove arrivano tutti i bus turistici» .



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news