LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Boboli, addio turismo di massa. Riapertura col turista di Massa
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 22/5/2020

Le regole: mascherina obbligatoria, ingressi contingentati e termoscanner

A Palazzo Pitti si entrerà il 28 maggio, alla Galleria degli Uffizi il 3 giugno

Il giardino di Boboli poteva aprire anche mercoledì, ma il direttore degli Uffizi Eike Schmidt ha voluto aspettare che anche il sole ci desse il via. E nonostante le restrizioni dovute alle norme sul distanziamento, il primo giorno ieri dopo due mesi e mezzo di porte chiuse, ha già dato buoni segnali: solo a mezzogiorno erano entrati 70 fiorentini (per i quali lingresso al giardino è gratuito) e 55 turisti paganti. Uno è venuto appositamente da Massa. Schmidt e il sindaco Nardella hanno riaperto i cancelli della porta di Annalena e di Palazzo Pitti, e annunciato le prossime due riaperture: Palazzo Pitti il 28 maggio e gli Uffizi il 3 giugno: quella mattina il direttore Schmidt accoglierà personalmente i primi visitatori.Lapertura di Palazzo Pitti coinciderà con linaugurazione della mostra, La grandezza delluniverso nellarte di Giovanna Garzoni allestita prima del lockdown perché sarebbe dovuta partire proprio il giorno dopo la chiusura forzata, il 9 marzo. Gli Uffizi dimezzeranno il limite dei visitatori in compresenza da 900 a 450, ci saranno termoscanner allingresso, presidi sanitari con gel allingresso, uscita, bagni e punti strategici. È stato riadattato lalgoritmo elimina file per gestire al meglio i flussi. Schmidt ha anche annunciato la proroga per altri 80 giorni di tutti gli abbonamenti annuali ai musei da lui diretti.

Invito tutti i visitatori ad ammirare Boboli come uno splendido museo a cielo aperto, per i suoi tesori botanici e per il patrimonio architettonico e scultoreo ha aperto le danze il direttore Schmidt ricordando che Boboli accoglie una vasta collezione di piante e fiori rari e oltre 300 sculture dalletà classica al Rinascimento e al Barocco. E spiegando che non ci saranno solo accessi contingentati, a distanza, e con mascherine: a Boboli troveremo dispenser di gel disinfettante in tutti i bagni e personale addetto alla misura della temperatura corporea. Il giardino rimane visitabile dal lunedì alla domenica (ad eccezione del primo e lultimo lunedì del mese) dalle 8.45 alle 18.15. Ma larea della Botanica Superiore resterà aperta solo la mattina da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 mentre la Grotta del Buontalenti e il Museo delle Porcellane rimarranno chiusi. Per i gruppi cè il numero massimo di 10 persone. È vietato lingresso a persone con temperatura corporea oltre 37,5 gradi, è necessario mantenere una distanza di almeno 1 metro e 80 dalle altre persone, sono proibiti gli assembramenti e le guide turistiche devono sempre utilizzare il sistema whisper con microfono e auricolari.

Riaprire le porte di Boboli non è solo un segnale per la cultura e Firenze ma per tutto il mondo ha commentato il sindaco perché ciò che facciamo qui, adesso, viene osservato da ogni angolo del pianeta, e rappresenta un New Deal, una rinascita più che una ripartenza, perché la parola rinascita implica un cambiamento a cui tutti dovremo fare labitudine.

Perché niente sarà più come prima anche sul versante della fruizione dei beni culturali. Il tema della sicurezza sarà decisivo per la scelta delle persone se visitare determinati luoghi o meno ha aggiunto Nardella chi entra qui a Boboli sa di essere in totale sicurezza. Per questo aggiunge ai fiorentini che possono accedere al giardino gratuitamente lancio linvito a pagare una sorta di biglietto virtuale, una donazione, per aiutare il mondo della cultura a rialzarsi. Ma questi cambiamenti non vanno vissuti solo come limitazioni ma anche come opportunità: Per anni ci siamo lamentati delle code, dellimpossibilità di poter avere un dialogo personale e intimo con lopera darte ha chiosato il sindaco ebbene, quella che sembrava unutopia ora è possibile: possiamo vivere dei momenti da soli a tu per tu con lopera darte. Dunque venite, questo è il momento. Un appello rivolto a tutti, non solo ai fiorentini. Nardella ha colto loccasione del primo visitatore massese per lanciare un appello scherzoso agli ex avversari storici di Pisa, e pure ai senesi: vi aspettiamo.

Nei giorni di chiusura, Boboli non è rimasta ad aspettare: la curatrice Bianca Maria Landi ha raccontato come sono stati predisposti i rilievi alla fontana del Nettuno e alla vasca dellIsola per i prossimi interventi di restauro.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news