LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza. Nel museo dellarcheologo delle luci
Rosella Redaelli
Corriere della Sera - Milano 25/5/2020

Si definisce larcheologo delle luci. E a conferma cè unintera parete che raccoglie pezzi di piccola archeologia elettrica dal 1910 ad oggi. Antonio Caprotti, 87 anni, ha ereditato la passione dal papà Enrico che nel 1927 ha aperto nella centrale via Carlo Alberto a Monza, il primo negozio di lampade.Tra stucchi e soffitti vetrati, si ritrova buona parte della storia dellilluminazione italiana e internazionale con tutte le icone del design e le firme con cui Caprotti ha collaborato negli anni. Al piano di sopra due vetrine dedicate alle prime forme di illuminazione. Come una lampada ad olio iraniana del IV secolo e lanterne africane. Tutti pezzi unici, ovviamente da collezione.

Monza. Gli piace definirsi larcheologo delle luci e mostra con orgoglio una parete che raccoglie la piccola archeologia elettrica dal 1910 ad oggi. Antonio Caprotti, 87 anni, ha ereditato la passione dal papà Enrico che, nel 1927, ha aperto nella centrale via Carlo Alberto a Monza, il primo negozio di lampade. La nostra storia è lungo questa via racconta Caprotti . Un primo negozio qui di fronte, poi tre vetrine al civico 38 fino al 1968 quando ci siamo trasferiti al 50, un edificio che fu la sede della Banca dItalia. Qui, tra stucchi e soffitti vetrati, si ritrova buona parte della storia dellilluminazione italiana e internazionale con tutte le icone del design e le firme con cui Caprotti ha collaborato negli anni.

Quello di Antonio Caprotti è molto più di un negozio: una vera esposizione che racconta una passione di famiglia. Della collezione di archeologia elettrica fanno parte decine di pulsantiere, da quelle eleganti in stile liberty a spinette a 125 volt ora giudicate pericolosissime, le perelle in osso che si usavano per accendere le abat-jour, gli isolatori in ceramica, un interruttore a chiave che veniva usato per regolare il consumo di energia. Al piano di sopra due vetrine sono dedicate alle prime forme di illuminazione. Come una lampada ad olio iraniana del IV secolo e lanterne africane. La folgorazione racconta Caprotti è arrivata durante un viaggio in Svezia nel 1958. Vidi delle bellissime lampade bianche a forma di bottiglie del latte. Le misi in vetrina a Monza. Fu uno choc, ma in molti iniziarono a capire che era arrivato il momento di svoltare e di credere nella luce moderna. Lanno dopo inizia la collaborazione con Artemide: Vidi in Triennale la lampada Tau di Sergio Mazza e il giorno dopo lavevo in esposizione.

La storia delle lampade di architettura è raccolta lungo le pareti: ci sono i disegni originali della Gibigiana e lacquarello di Santiago Calatrava per la lampada Montjuic. Non mancano aneddoti come il disegno originale della lampada Cynthia, progettata da Mario Marenco. Mi chiamò fingendosi la sua segretaria, voleva sapere se avevo ancora un esemplare della lampada. Dopo pochi minuti me lo vedo arrivare, gli donai la lampada e lui mi fece recapitare questo disegno. Difficile per Caprotti fare una scelta: Metto al primo posto la Glass lamp di Wagenfeld e Juncker, poi la Maison Carrée di Alvar Aalto e lArco di Castiglioni.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news