LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Sì a tavolini e banchi in strada. E la sagra s’allarga alla periferia
Mauro Bonciani
Corriere Fiorentino 26/5/2020

Dal 25 al 50% in piùdi suolo disponibile Dal primo giugno al 30 settembre. Pedonalizzazioni solo nei weekend
Il Consiglio approva: nuovi spazi gratis per bar e ristoranti. «Misura valida anche per i negozi»

Via libera del Consiglio comunale di Firenze all’aumento delle superfici occupate da tavolini di bar e ristoranti all’aperto, e alle pedonalizzazioni serali nel fine settimane di strade e piazze. Potranno avvenire su richiesta di un gruppo di esercenti della stessa zone o riuniti in un centro commerciale naturale (novità di ieri), anche con attività non legate alla somministrazione di bevande e cibo come, ad esempio, attività artigianali o commerciali.

«Un provvedimento di emergenza per aiutare la ripresa e le imprese — ha spiegato l’assessore al bilancio di Palazzo Vecchio, Federico Gianassi — che durerà da giugno a settembre, prorogabile ad ottobre, con orari compatibili con il regolamento sul rumore». Niente tavoli a notte fonda quindi, la maggioranza ha bocciato un emendamento della Lega che chiedeva fosse possibile tenerli aperti fino alle 2 nei giorni feriali e fino alle 3 nei festivi. Il provvedimento riguarderà tutta la città e non solo il centro storico. Il lungo dibattito — quasi sette ore, le opposizioni hanno presentato 25 emendamenti — ha visto confermato il testo della giunta, con una novità (su suggerimento dalle varie forze politiche) che riguarda i centri commerciali naturali che avranno la possibilità di presentare progetti senza i limiti dell’ampliamento del 25% e del 50% rispetto al suolo pubblico già concesso nel caso in cui vengano presentati progetti su piazze, slarghi e aree verdi o di pedonalizzazione temporanea: questi progetti dovranno però passare al vaglio dell’amministrazione. «La delibera, cui seguirà in pochi giorni il disciplinare per fissare i giorni della pedonalizzazioni e gli orari, è una risposta temporanea, emergenziale, che si aggiungerà ad altre misure — ha spiegato Gianassi — Firenze oggi soffre fortemente la crisi provocata dal Covid 19, più di altre città, perché è internazionale, a vocazione globale e accanto alle misure di medio e lungo periodo occorrono quelle ad effetto rapido, in maggior sicurezza perché si parla di spazi all’aperto. Questo provvedimento per mettere sedie e tavolini all’aperto è di breve periodo per aiutare la ripartenza, ma anche l’occupazione. Per questo l’uso del suolo — ha aggiunto Gianassi — sarà gratuito. Oltre alle attività di somministrazione, bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, viene consentito che partecipino all’utilizzo gratuito di suolo pubblico anche quelle commerciali e artigianali quando presenteranno progetti unitari o progetti speciali sull’uso di spazi comuni».

La delibera votata dalla maggioranza riguarda il regolamento per le occupazioni straordinarie di suolo pubblico per ristoro all’aperto e permetterà di ottenere un’autorizzazione transitoria per sedie e tavolini rimovibili (ma non per dehors od altre strutture simili, né per ombrelloni o coperture) con una procedura semplificata ed accelerata: basterà una comunicazione. Se si tratta di una attività singola che ha già una concessione, fuori dal centro storico lo spazio può aumentare del 50% rispetto all’attuale, dentro il centro storico lo spazio può aumentare del 25%; se l’attività non ha una concessione, l’area può essere estesa fino al limite dei 12 metri o due posti sosta per le auto. Nel centro storico la comunicazione inerente i posti di sosta diventerà esecutiva solo dopo 10 giorni per permettere all’amministrazione di trovare aree sosta alternative. I progetti che prevedono pedonalizzazioni, questo è l’orientamento del Comune, si svilupperanno per 3-4 giorni nel fine settimana, e con orario massimo attorno alle 23,30 o alle 24.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news