LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Carrara, il caso dell’Accademiain emergenza e senza direttore
Manuela D’Angelo
Corriere Fiorentino 26/5/2020

Una denuncia per «incompatibilità»: in stand by la nomina di Luciano Massari. Attività a ostacoli

Carrara. Lezioni a singhiozzo, senza la pratica tra scalpelli e pennelli; docenti non sempre disposti a collaborare in questo periodo di emergenza sanitaria, e tante decisioni sul futuro: come approcciarsi agli esami di maturità, con quali misure di sicurezza, che tipo di sanificazione mettere in atto e come recuperare il tempo perduto. All’Accademia di Belle Arti di Carrara, uno degli istituti più antichi d’Europa, con 250 anni di storia, manca il «suo» direttore, eletto democraticamente dal corpo docenti, ma mai ratificato dal ministero dell’Università e della Ricerca che, pur promettendo di volersi occupare dell’incresciosa situazione, ad oggi tace. Luciano Massari è, di fatto, il direttore dell’Accademia dal giugno 2019 (eletto, per il triennio 2019-2022, con 41 preferenze su 45 votanti) se non fosse che, dopo la legge Madia, una denuncia per «incompatibilità di ruoli lo ha messo in stand by fino ad oggi, costringendo l’istituto a rimandare numerose decisioni di indirizzo culturale, impedendo l’elezione del cda e della consulta studentesca e lasciando alunni e studenti in balia degli eventi. Come l’emergenza Covid-19.

Non ancora in possesso di tutti i poteri che investono solitamente un direttore di Accademia, Massari ha mancato di «governare» studenti e docenti, in un momento delicatissimo e pericoloso. «Senza il direttore — dice lo stesso Massari — manca il cuore pulsante dell’Accademia. Manca soprattutto l’indirizzo culturale che è fondamentale». Tra i compiti del direttore, infatti, oltre alla stipula di contratti e convenzioni, c’è la responsabilità dell’andamento didattico dell’Accademia. E così, mentre Massari cercava di rimanere in equilibrio, legittimato dal voto dei docenti, autonomo come lo vuole la legge, ma invisibile agli occhi del Ministero, la pandemia ha portato 800 studenti chiusi in casa, impossibilitati a studiare materie per cui pagano una retta che va dagli 800 ai 3000 euro l’anno. Se le lezioni teoriche possono prestarsi all’on line, infatti, difficile immaginare come si possa insegnare a scolpire lontano dall’Accademia.

In questa fase inoltre, non tutti i docenti pare abbiano pienamente collaborato alla didattica a distanza e alcune possibili soluzioni per interagire diversamente con gli studenti non sono mai state prese. «Da mesi il Ministero ci ignora — continua Massari — Eppure il presidente dell’Accademia ha inviato molte lettere e sollecitazioni. Sarebbe bastata anche una nomina con riserva, in attesa di sciogliere i nodi che, secondo qualcuno, mi renderebbero incompatibile con la carica di direttore».

Il caso dell’Accademia di Carrara è finito, poche settimane fa, anche all’attenzione dell’Avvocatura di Stato; gli studenti hanno invece scritto un appello al ministro Gaetano Manfredi e lanciato una petizione su Change.Org: «Una firma per il diritto allo studio — scrivono— In questa fase di emergenza sanitaria sono tante le difficoltà che noi studenti universitari ci troviamo ad affrontare: dalla scarsa accessibilità dei corsi online, alla mancata chiarezza per le tesi di laurea e a questo aggiungiamo lo stato di estrema difficoltà dovuta soprattutto all’assenza di un direttore e degli organi a lui connessi. Un forte senso di abbandono e incertezza che renderà difficile per noi diventare gli artisti, i curatori e i teorici dell’arte del domani».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news