LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mart. «Quel Caravaggio arriverà»
Chiara Marsilli
Corriere del Trentino 27/5/2020

Sgarbi e l’opera al Mart: «Il sindaco di Siracusa si oppone? Tutto autorizzato»
Il via libera del vescovo

«La mostra di Caravaggio al Mart si farà, le autorizzazioni ci sono tutte». Così Vittorio Sgarbi, presidente del Mart di Rovereto, risponde alle polemiche esplose dopo l’annuncio della mostra che in autunno porterà nel museo di Rovereto una delle più note opere del Caravaggio: il Seppellimento di Santa Lucia , conservato nella chiesa di Santa Lucia alla Badia, in Piazza Duomo a Siracusa.

«Tutte le verifiche di disponibilità sono state fatte - ribadisce con veemenza Vittorio Sgarbi . E elenca i vari soggetti - . Sono stati coinvolti il Ministero dell’Interno, il presidente del Fondo Edifici di Culto e direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, il prefetto di Siracusa, il presidente della Regione Sicilia, l’assessore regionale, il direttore generale dell’assessorato alla cultura, la Soprintendente, il direttore dell’Istituto Centrale del Restauro e l’arcivescovo di Siracusa. Per il prestito dell’opera abbiamo già ricevuto il placet del Ministero della Cultura e del presidente Fondo edifici di culto, ente proprietario dell’opera». Sgarbi si scaglia contro la politica: «Il presidente Fugatti conosce nel dettaglio ognuno dei passaggi. Ho tutte le autorizzazioni scritte. Manca solo la data del trasferimento: l’inizio della mostra potrà variare tra il 25 settembre e il 15 ottobre, un periodo in cui il turismo in Sicilia, già fortemente limitato dal coronavirus, è pari a zero. Il sindaco di Siracusa non ha alcun potere e non può impedire nulla». Ma il sindaco di Siracusa, Francesco Italia , che già si era detto contrario allo spostamento del dipinto, non molla. E ribadisce la sua contrarietà.

Il sindaco Francesco Italia, con l’assessore alla cultura Fabio Granata , evidenzia: «La tela è preziosissima e fragile. Se qualcuno vuole trovare sponsor per un restauro saremo felici di questa opportunità, ma non è proponibile un prestito solo per la promessa di una teca e di un restauro non meglio specificato». Nessuna polemica con Sgarbi, assicura il primo cittadino di Siracusa, ma la necessità di ribadire il carattere identitario dell’opera, che rappresenta Santa Lucia, patrona di Siracusa. «La tela è uno dei tasselli fondamentali del nostro patrimonio artistico e una delle attrazioni più importanti di Siracusa - aggiunge - . L’identità culturale della Sicilia si difende non con i proclami, ma attraendo viaggiatori, non certo prestando le nostre opere più preziose e delicate».

Sgarbi se la prende anche con i consiglieri provinciali trentini, Luca Zeni e Alessio Manica , che hanno depositato un’interrogazione sul caso Caravaggio. «La mostra non sta per saltare - ribadisce Sgarbi - procederò a querele per diffamazione contro i consiglieri Zeni e Manica». Chiusa, per Sgarbi, pure la questione economica: «Per la mostra di Caravaggio sono stati stanziati 600mila euro, una cifra che è stata ridotta in ragione dell’emergenza Covid, ma che comprende i 350mila euro necessari al trasporto, la realizzazione della teca e la manutenzione necessaria. Quest’ultima cifra potrà variare sulla base di quanto sarà necessario fare sul dipinto, ma si tratta in ogni caso di un investimento che la regione Sicilia non potrebbe permettersi». Nessun dubbio sulla possibilità di danneggiare il quadro durante il trasferimento: «L’opera ora giace in uno stato terribile: contestualmente al trasporto il dipinto verrà restaurato e verrà costruita una teca per proteggerlo anche in futuro».

L’arcivescovo di Siracusa, Salvatore Pappalardo è stato già informato del progetto di Sgarbi e non ha espresso veti alla possibilità che il dipinto lasci Siracusa per il tempo dell’esposizione al Mart di Rovereto. Il parere positivo di Pappalardo (l’opera è della diocesi) è motivato dalla possibilità del restauro, che il vescovo definisce «non più procrastinabile e diversamente non finanziabile». Anche il prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto , ha dichiarato che l’opera di Caravaggio «è patrimonio del mondo: gemellaggi e scambi sono sempre occasione di arricchimento».

Il ministro della Cultura Dario Franceschini , tirato in ballo da Sgarbi che insiste nel gire c’è il suo via libera all’operazione, non vuole commentare.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news