LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Da oggi via libera ai tavolini. E aree pedonali fino alle 24
Mauro Bonciani
Corriere Fiorentino 27/5/2020

Presentate le linee guida per i commercianti. I numeri di telefono dei negozianti ai residenti

Da oggi sarà possibile presentare le domande per occupare gratuitamente il suolo pubblico con tavolini e sedie allaperto. Ventiquattro ore dopo il voto in Consiglio comunale, Palazzo Vecchio ha approvato il disciplinare per la misura temporanea, valida da giugno a settembre e prorogabile per tutto ottobre, che nelle sue intenzioni intende rilanciare leconomia e aiutare non solo bar, ristoranti o gelaterie che potranno aumentare la superfice occupata dai tavolini ma anche artigiani e commercianti in progetti rionali o di zona, con pedonalizzazioni nel fine settimana di strade o slarghi o con luso di aree verdi. Pedonalizzazioni che saranno possibili solo dal giovedì alla domenica e dalle ore 18 fino alle ore 24.

Il disciplinare è stato varato in tempo record per lamministrazione e lassessore allo sviluppo economico Federico Gianassi spiega: Adesso siamo in grado di dare il via al piano straordinario per mettere fuori dai locali sedie e tavolini. Abbiamo lavorato per dare la possibilità il prima possibile alle attività di somministrazione, e in certi casi anche a commercianti e artigiani, di ripartire in sicurezza dato che si tratta di attività allaperto.

Chi ha già una concessione di occupazione di suolo pubblico potrà ampliare del 50% lo spazio in tutti i quartieri tranne che nel centro storico, dove potrà farlo fino al 25%, mentre chi chiede una nuova autorizzazione per mettere sedie e tavolini potrà occupare uno spazio fino a 12 metri lineari e due posti sosta auto, ma in questo caso lattività che è in centro dovrà attendere 10 giorni per poterlo fare perché il Comune si riserva di trovare posti sosta alternativi. E, come deciso lunedì, anche i centri commerciali naturali, cioè i raggruppamenti di esercizi di rioni o strade, potranno presentare progetti di pedonalizzazione, con artigiani e commercianti che potranno partecipare a queste iniziative. In questo caso il raggruppamento per la pedonalizzazione temporanea deve presentare al Comune una domanda di concessione, allegando i relativi progetti, e le richieste saranno sottoposte al parere della conferenza dei servizi e se il parere sarà positivo arriverà lautorizzazione. Le occupazioni in aree soggette a chiusure temporanee potranno avvenire dal giovedì alla domenica con orario dalle 18 alle 24 e al termine dellorario tavoli e sedie devono essere rimossi.

La procedura per gli altri casi è semplificata per ottenere la concessione straordinaria di suolo pubblico utilizzando marciapiedi, tratti di strada ad oggi già pedonalizzata ovvero spazi destinati alla sosta (esclusi quelli concessi nominativamente a soggetti diversamente abili o per esigenze di servizio istituzionale) basta una comunicazione al Comune e per le nuove occupazioni i tavolini potranno restare solo fino alle 23 sia fuori che allinterno dellarea Unesco. Sempre chi fa una domanda perché non ha già suolo pubblico dovrà fare obbligatoriamente comunicazione al vicinato, ad esempio attraverso volantini in cassetta, con indicazione di un numero telefonico sempre disponibile per segnalare eventuali problemi. Chi ha già una concessione invece dovrà rispettare gli orari attuali.

E sul tema Forza Italia chiede al Comune di aiutare gli esercenti. Il Comune deve andare incontro agli imprenditori aiutandoli a creare dei piccoli eventi, dei festival che siano in grado di rivitalizzare gli antichi rioni del centro come le periferie afferma Jacopo Cellai, capogruppo di Fi a Palazzo Vecchio Si tirino fuori idee e si coinvolgano gli attori culturali della città, dal Maggio alla Scuola di musica di Fiesole, allOrt; dalle compagnie teatrali ai complessi musicali. Se vogliamo riportare i fiorentini a vivere in sicurezza la città dobbiamo darci da fare tutti insieme.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news