LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Tavolini in strada, parte la corsa. Tante richieste da locali e negozi
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 28/5/2020

Borg’Unto, Santa Croce, Santo Spirito: in Comune i progetti per pedonalizzare

La corsa per mettere fuori dai locali sedie e tavolini è già iniziata. A 48 ore dall’approvazione della delibera che detta le regole per la concessione gratuita di spazi all’aperto, sono già in tanti i gestori di bar e ristoranti, gli artigiani e i negozi di vicinato che si sono mossi per ottenere le autorizzazioni comunali. Per via Gioberti, a ieri, erano 18 le domande che Palazzo Vecchio dovrà esaminare e accordare, a cui, tra oggi e domani, si aggiungeranno anche quelle degli esercenti di piazza Dalmazia, delle Cure e dell’area compresa tra Ponte Vecchio e lungarno Archibusieri. Ma se per queste attività basterà riempire un modulo e partire, per chi invece ha deciso di presentare dei progetti unitari o individuali o ha richiesto la momentanea pedonalizzazione della strada, allora si dovrà attendere il disco verde del Comune; e nel caso in cui la larghezza della via sia minore di 3,5 metri (utile per il passaggio dei mezzi di soccorso), allora la parola dovrà passare alla Prefettura: ovviamente, per queste ultime ipotesi, i tempi per ottenere l’autorizzazione si allungheranno ma a sentire il Comune non dovrebbero superare i 10 giorni. È il caso di piazza Santo Spirito, via dei Michelozzi dove i ristoratori chiedono di spostare il parcheggio dei motorini («Ci siamo uniti a piazza Santo Spirito — racconta il ristoratore Pasquale Maruca — e abbiamo già depositato in Comune il nostro progetto. Siamo fiduciosi»), via dei Neri, piazza San Lorenzo, piazza Santa Croce, via del Sole e via dei Georgofili.

«Abbiamo istituito una task force, composta dagli uffici dello Sviluppo economico, della Mobilità, dell’Ambiente e della polizia municipale, a cui sarà delegato il compito di verificare se sussistano tutti i presupposti per accordare la richiesta — spiega l’assessore Federico Gianassi — Contiamo di evadere le domande nel minor tempo possibile. La procedura è snella ma per evadere tutte le pratiche bisognerà vedere quante domande ci arriveranno». Gianassi comunque assicura: «Lunedì in strada potremo già vedere i primi tavolini. È bene sottolineare che nel caso in cui l’occupazione comporti la soppressione di spazi destinati alla sosta, e mi riferisco al centro storico, il Comune prima di dare l’ok dovrà effettuare delle valutazioni e individuare dei posteggi compensativi».

Il disciplinare varato a tempi di record da Palazzo Vecchio prevede che chi ha già una concessione di occupazione di suolo pubblico potrà ampliare del 50% il proprio spazio, tranne che nel cuore di Firenze dove invece sarà consentito fino al 25% in più: «Le occupazioni in aree soggette a chiusure temporanee potranno avvenire — chiarisce l’assessore — dal giovedì alla domenica, dalle 18 alle 24, ma alla chiusura tavoli e sedie dovranno essere rimossi».

Per le nuove occupazioni, invece, l’orario limite, sia nell’area Unesco che fuori le mura, saranno le 23 e a coloro che presenteranno la domanda per il suolo pubblico gratuito sarà richiesto di fare una comunicazione al vicinato (tramite volantini o cartelli) in cui bisognerà indicare un numero di telefono sempre disponibili a cui segnalare eventuali problemi.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news