LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia, lanno zero dei musei
Massimo Tedeschi
Corriere della Sera - Brescia 31/5/2020

Visitatori in calo fino all80 per cento, diradamento dei turisti stranieri, incognite per ora senza risposta circa il ritorno delle scolaresche che fanno numeri e fatturato. I musei italiani sono allanno zero. Lo shock da Covid-19 non è né transitorio, né facilmente superabile per questi istituti di cultura. Tanto che qualcuno comincia a ipotizzare una loro irizzazione (dallacronimo Iri: Istituto ricostruzione industriale, il braccio operativo con cui lo Stato nazionalizzò banche e imprese dopo il 1929). La maggioranza dei musei italiani è tuttora statale o comunale ma esiste una quota che comprende anche Brescia che ha adottato da alcuni anni la forma della fondazione con capitali misti pubblico-privati. Linaridirsi effettivo e prevedibile delle fonti di autofinanziamento sta già inducendo qualcuno a chiedersi se il modello fondazione possa reggere a lungo in Italia, e se non convenga tornare tout court al pubblico. Numeri e prospettive sono rimbalzati laltro giorno in un seminario online, un webinar organizzato dallUniversità di Padova fra alcuni direttori dei Musei italiani.
Fra loro anche Stefano Karadjov di Brescia Musei.

Va detto che dal confronto il caso Brescia è uscito nella sua originalità e dinamicità. Pochi altri hanno saputo sperimentare come Brescia le modalità della divulgazione on line durante il lockdown; pochi altri sono stati altrettanto tempestivi nella riapertura e creativi nellimmaginare un nuovo rapporto con le scuole dopo che questa primavera sono andate perdute le visite di 15 mila classi. Mentre le altre fondazioni si interrogano sulla persistenza dei contributi dei privati, e dunque sulla loro stessa ragion dessere, Brescia Musei ha messo a segno lAlleanza per la cultura, con un pool di operatori e istituzioni che si impegnano a sostenere il piano triennale dei musei. Il fatto è che la sostanziosa iniezione di capitali è finalizzata ad attività aggiuntive, mentre lonere delle spese di funzionamento resta tutta in carico alla Fondazione (dunque in prevalenza al Comune) e le altre voci attive del bilancio si vanno assottigliando. Karadjov ha anche delineato le nuove linee dellazione di Brescia Musei. Più comunità significa che in assenza di stranieri e scolaresche il pubblico è più che mai quello bresciano. Una riprova se nè già avuta con i nuovi orari, funzionali ai tempi di vita della città: è stata infatti adottata quellapertura serale più volte auspicata da queste colonne: ora se ne attendono i risultati. Più digitale nelle prenotazioni, una modalità che filtra gli accessi ma rende consapevole il visitatore di partecipare a unesperienza preziosa. Più valore dal digitale significa esplorare opportunità per trarre qualche utilità economica da una esposizione sul web non più revocabile. Più rete con le altre istituzioni potrebbe significare quel dialogo con la provincia da sempre evocato e mai compiutamente praticato. Ritorno alle collezioni significa rinunciare alle mostre grandi numeri, puntare su mostre di studio e soprattutto su nuovi modi per esporre. Tutti temi da approfondire e discutere, ma già organicamente delineati. Lanno zero dei musei italiani è cominciato. Ma Brescia non parte da zero.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news