LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Musei, coppia d’assi al via
Francesca Bonazzoli
Corriere della Sera - Milano 2/6/2020

Oggi riaprono al pubblico il Diocesano e le Gallerie d’Italia
Tornano in mostra i capolavori francesi e le sculture neoclassiche

Ci sarà la direttrice del museo Diocesano, Nadia Righi, ad accogliere i visitatori che da stamattina potranno tornare a visitare il magnifico chiostro del complesso monumentale di Sant’Eustorgio, la collezione permanente e la mostra «Gauguin, Matisse, Chagall» con una selezione dei capolavori francesi che rappresentano la Passione prestati dai Musei Vaticani. «Aspettavo questo giorno e sono emozionata. Voglio dare il benvenuto e un ringraziamento personale al nostro pubblico che in questi mesi difficili ci ha continuato a seguire via web e che adesso deciderà di venire a sostenerci di persona. Vogliamo restituire il calore che ci ha trasmesso durante gli approfondimenti e le visite guidate organizzate in streaming: una vicinanza che ci ha legati come una comunità».

L’ingresso è aperto senza prenotazione perché i numeri sono sì contingentati per la visita alla mostra (40 persone all’ora), ma chi dovesse aspettare, può nel frattempo godersi il resto del museo con la collezione permanente e il verde del chiostro. Inoltre la rassegna, prorogata fino al 4 ottobre, sarà visitabile anche in orario serale, fino alle 22, con la formula «mostra e aperitivo» presso il chiostro Bistrot che quest’anno inaugura una nuova gestione affidata a Afm Banqueting.

Ma oggi gli appassionati di arte oggi festeggiano anche una seconda riapertura: quella delle Gallerie d’Italia di piazza Scala dove si potrà tornare ad ammirare «Canova- Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna» che, prima della chiusura, aveva raggiunto quasi 200 mila visitatori e scalato la classifica delle mostre più visitate in Italia. Curata da Fernando Mazzocca e Stefano Grandesso; prodotta da Intesa Sanpaolo in partnership con il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo e il Museo Thorvaldsen di Copenaghen, la rassegna è un confronto ravvicinato e imperdibile fra i due artisti rivali campioni del Neoclassicismo. La prenotazione online è raccomandata per evitare di attendere troppo a lungo il proprio turno, visto che anche qui gli ingressi sono contingentati e scaglionati ogni quindici minuti. In questi mesi di chiusura, lo staff del museo ha messo a punto nuovi strumenti per rendere ancora più piacevole la visita e installando l’app MuseOn attraverso Google Play o App Store, i visitatori potranno accedere gratuitamente ai contenuti di approfondimento. Altrimenti possono collegarsi al sito museon.eu o ancora inquadrare il QR Code presente al desk di accoglienza. Infine, fra un mese, dal 30 giugno, torneranno ad essere visitabili anche le sale delle collezioni permanenti. E visto che da domani sarà consentito tornare a viaggiare, segnaliamo che sono riaperte anche le sedi delle Gallerie d’Italia di Vicenza e Napoli. In particolare, nel palazzo Zevallos Stigliano, nel centro della città partenopea, è in corso la mostra «David e Caravaggio» con l’ultima opera del maestro lombardo, il «Martirio di sant’Orsola».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news