LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La ripartenza dei musei è in salita. Bene lEgizio
Giorgia Mecca
Corriere della Sera - Torino 3/6/2020

Partenza timida ma fiduciosa per i musei torinesi. AllEgizio sono entrate (gratis) oltre 1.300 persone, 1,400 ingressi a Venaria. Un buon segnale di ripresa.

Nessuna coda e ingressi contingentati nel primo giorno di apertura dei musei: 343 persone per Mantegna, 120 alla Mole, 176 a Palazzo Reale e 1.400 alla Reggia di Venaria

Stesso abbigliamento del primo giorno, vestito verde acceso per la presidente Evelina Christillin e abito blu per il direttore Christian Greco e ancora più emozione di quel primo aprile 2015 in cui venne presentato il restyling del Museo. Alle 10 di mattina le scale mobili dellEgizio hanno ricominciato a funzionare, ad accogliere bambini, famiglie, la vita di prima. È rimasto tutto uguale, con meno affollamento. Tra segnali in cui mummie stilizzate invitano al mantenimento della distanza e mascherine obbligatorie, ieri 1.348 persone sono entrate dal portone di via Accademia delle Scienze, riaperto dopo 85 giorni. Elena e Lisa, 9 e 11 anni, sono già state in mezzo a sfingi e faraoni con le scuole, oggi portiamo la nostra nonna Elisabetta, per lei è la prima volta. Anche Raul, 10 anni appena compiuti, è un orgoglioso recidivo, è la mia quarta volta, finalmente oggi posso visitarlo in pace, senza tanta gente intorno. Dal punto di vista di chi guarda, il distanziamento sociale fa bene alle mostre. Il 2 giugno al museo è una festa anche per le mamme e i papà. Possiamo tornare a far qualcosa di normale, dal vivo, imparare qualcosa senza uno schermo davanti, dice Fabio, anche lui si gode i corridoi liberi, lo spazio e il tempo a disposizione. Oggi non possiamo far stare più di 280 persone contemporaneamente e per questo siamo sold out. Di solito, in tempi normali lo standard è di tremila visitatori al giorno, per non parlare delle giornate doro in cui abbiamo staccato anche settemila biglietti, ha detto Greco. Torneranno altri numeri, per il momento limportante è ripartire. Prima dellapertura erano stati cauti, la previsione era quella di non far entrare più di 800 persone in tutto il giorno, ma siccome la richiesta era alta e il flusso di scorrimento veloce si è deciso di accettare più persone. Per il mese di giugno il museo rimarrà aperto il venerdì, il sabato e la domenica, ma in base alla domanda i giorni possono aumentare. Secondo lOcse il 26 per cento degli italiani visita i musei. Questa è una buona occasione perché queste percentuali crescano. Mi auguro che vengano soprattutto i ragazzi, che sono stati lasciati molto soli, ha continuato il direttore, prima di affacciarsi al portone e dare il bentornato a tutti.

Negli altri musei cittadini ripartenza ancora timida ma fiduciosa: 120 ingressi al Museo del Cinema, 176 a Palazzo Reale i cui giardini sono ancora chiusi al pubblico, 166 da Camera, qualche accenno di coda ben distanziato per Andrea Mantegna a Palazzo Madama che ha staccato 343 biglietti, 1.400 ingressi alla Reggia di Venaria e una eccezione. La pinacoteca dellAccademia delle Belle Arti ha triplicato i numeri rispetto al 2019, con più di cento biglietti staccati, la mostra Incanti russi, prorogata fino a settembre, piace ai torinesi.

Larte è rimasta ferma, intatta, allEgizio nessuno, nemmeno i maestri delle elementari che ogni anno portano le loro classi, se ne va via senza prima aver visto la Galleria dei Re e lallestimento di Dante Ferretti: dentro ci sono capolavori che hanno migliaia e migliaia di anni, sono rimasti fermi al loro posto per tutti questi mesi. Per farli rivivere è bastato riaccendere la luce.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news