LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vtp, project per grandi navi e yacht. «Usiamo questo anno di inattività»
Francesco Bottazzo
Corriere del Veneto 4/6/2020

L’appello di Spagna, confermato presidente. Tre ipotesi per Marghera. Comitatone entro l’estate

VENEZIA. «Non abbiamo tempo da perdere. È necessario sfruttare al massimo questo periodo di inattività dovuto al Covid-19, che per noi si protrarrà probabilmente per tutto il primo semestre 2021, per avviare i lavori di banchine alternative a Marghera ed essere pronti a spostare le navi sin dal marzo 2021». L’appello arriva dal presidente della Venezia terminal passeggeri Fabrizio Spagna nel giorno dell’approvazione del bilancio 2019 e della riconferma alla guida della società che gestisce la stazione crocieristica di Venezia, per altri tre anni (nel cda sono state confermate Monica Scarpa e Chiara Cacciavillani, mentre in rappresentanza delle crociere sono entrati Joshua Carroll e Stephen Xuereb). Non c’è più tempo da perdere, perché se è vero che l’anno scorso è stato chiuso con numeri in crescita — fatturato di 34,4 milioni di euro(+4.9 per cento), utile netto di 4,2 milioni, 1.611.341 passeggeri — quello in corso sarà disastroso con nessuna nave programmata (quindi cinquecento in meno). Pare l’abbiano capito anche al ministero delle Infrastrutture che starebbe lavorando per programmare un nuovo Comitatone (quello che si doveva svolgere a fine novembre, spostato a dicembre, rinviato a gennaio e mai più fatto) sulla crocieristica già entro la fine del mese, sicuramente entro l’estate.

Nel frattempo Vtp ha proposto due project financing da mettere a gara: uno dal valore di 11,8 milioni per lo sviluppo del settore yachting, l’altro di 66 risolvere il problema del passaggio delle navi A San Marco «che garantirebbero uno sviluppo armonioso dei due traffici con la città», precisa Spagna. Sul primo gran parte della cifra è necessario per l’elettrifi--cazione degli ormeggi delle banchine di San Basilio e Santa Marta (gli altri sono Adriatica, Salute, San Biagio e Riva 7 Martiri) considerando che Vtp ha contatti avanzati con tre gruppi americani, europei e del Medio Oriente che rappresentano eccellenze nel settore dello yachting mondiale. «L’obiettivo è aumentare l’attrattività di turismo di lusso con un focus spinto verso l’offerta culturale della città», precisa il presidente.

L’investimento più consistente però è per le grandi navi che prevede in primis lo scavo del canale Vittorio Emanuele e il miglioramento di alcune strutture della Marittima («Ha una forte valenza ambientale con opere di compensazione per ripristinare l’equilibrio idrogeologico della laguna da valutare e realizzare assieme alle autorità competenti»). E’ chiaro che l’arco temporale è almeno di 4-5 anni, per questo Venezia Terminal ha messo sul tavolo altri cinque milioni per l’immediato spostamento delle navi più grandi, il cosiddetto «Contingency plan» , anch’esso presentato ad ottobre 2019 al Porto e agli altri enti competenti, individuando soluzioni provvisorie per le crociere (con inevitabili extracosti). C’è la banchina Lombardia della Tiv che l’azienda non utilizza, la banchina nel canale industriale nord lato nord (che però ha bisogno di uno scavo di 170 mila metri cubi per arrivare a una profondità di nove metri sotto riva, oggi sono 7,5) e due accosti al terminal delle autostrade del mare di Fusina su cui l’Autorità portuale non sarebbe d’accordo perché vuole sviluppare il traffico dei traghetti. In questa ultima ipotesi ci sarà bisogno di un aumento di banchina che Vtp ha progettato di fare mobile e temporaneo (come Trieste) permettendo così di ospitare una nave da trecento metri e una da 250. Naturalmente tutto questo comporterà una nuova concessione (considerando che l’attuale scade nel 2025 e comunque è limitata alla Marittima) E si arriva al punto di partenza: c’è tutto, manca la decisione finale che non arriva tra veti, interessi e rilanci infiniti.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news