LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, il centro, gli atenei e il futuro
Paolo Fallai
Corriere della Sera - Roma 8/6/2020

La situazione eccezionale che stiamo vivendo ci obbliga ad una riflessione più approfondita e a una nuova attenzione all’uso del linguaggio. Oggi tutta la nostra città vive una concreta emergenza - quante volte abbiamo usato a sproposito questa parola - che mette in discussione decenni di stereotipi e scelte discutibili. Ci eravamo abituati a pensare ad un centro storico «privilegiato», contrapposto a una periferia carente di servizi e abbandonata alle proprie contraddizioni. Sono bastate poche settimane di stop per cambiare completamente il paradigma e mettere alla berlina frasi fatte e conformismi. Oggi il centro, abbandonato da tempo dai residenti, è solo una delle tante aree costrette a confrontarsi con la povertà. Neanche la straordinaria ricchezza culturale, coperta da una patina di indifferenza pluridecennale, riesce a salvarlo. Senza la massa dei turisti, faticano a riaprire centinaia di bar tutti uguali, esercizi per la vendita di pizze a taglio che ormai hanno lo stesso sapore a Piazza Lodi, a Singapore e a Lugano, ristoranti identici per povertà e personalizzazione.

Interi quartieri fondati sulla psicologia dell’affitto mordi e fuggi, dell’appartamento frettolosamente trasformato in bed& breakfast, sono deserti senza capire come quando potranno nuovamente riempirsi. Mentre il dramma della casa per decine di migliaia di famiglie è sempre lì ed è destinato ad aggravarsi. Quella che pomposamente abbiamo più volte chiamato la città dell’intelligenza, riferendoci orgogliosi alle università pubbliche e al loro prestigio, forti dei 200.000 iscritti, delle migliaia di professori, di un indotto capace di coinvolgere categorie diverse e lavoratori, osserva sbigottita una realtà inaspettata: l’intero settore delle camere affittate ai fuorisede, senza regole, senza nessuna garanzia e naturalmente senza pagare le tasse, è in ginocchio. In compenso a quei fuorisede non abbiamo mai pensato con un piano credibile di studentati o residenze. E la soluzione, annuncia parte, sembra quella «didattica a distanza», esami compresi, destinata ad allontanare sempre più gli studenti da quel luogo di formazione e incontro che dovrebbe essere l’università. E ad aumentare le divisioni tra le facoltà «elette» che potranno permettersi lezioni e laboratori con la presenza degli studenti. E quelle che se la caveranno con i video, lasciando queste ragazzi sempre più soli, sempre più lontani, sempre meno coinvolti.

Abbiamo capito da questa severa lezione che riunirsi sarà sempre più difficile, ma non abbiamo capito quale prezzo saremo chiamati a pagare in termini di partecipazione, discussione, confronto anche aspro che non si può risolvere spingendo il tasto off di un computer.

Abbiamo capito e visto che il modello urbanistico sul quale questa città si è venuta stratificando nel corso dei decenni, è ingiusto e sbagliato. Concepito sul turismo «di rapina», quello delle permanenze medie inferiori alle quarantott’ore, quello dei record di presenze al Colosseo e di scandalose dimenticanze nelle meravigliose pinacoteche minori che Roma può vantare.

L’unico aspetto positivo delle crisi di questa portata è che rappresentano una occasione irripetibile per ripensare la fisionomia di questa città e il rapporto che vuole avere con il proprio patrimonio, con l’università, con le nuove generazioni, cui dovremmo cercare di offrire qualcosa in più di un aperitivo con stuzzichini. Non è solo una occasione per renderla più vivibile e meno ingiusta. È l’ultima occasione per dimostrarci una comunità civile che sa guardare il futuro.



news

23-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news