LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Basilica, nartece sott’acqua. Pressing sulle barriere
Alberto Zorzi
Corriere del Veneto 11/6/2020

Guerra di progetti, Tesserin: fare presto. Spitz: abbiamo velocizzato i tempi

VENEZIA. Le acque alte «fuori stagione» della scorsa settimana, con il picco di 116 centimetri nella serata di giovedì. E come se non bastasse la grandinata di ieri. «Il nartece della Basilica è andato sott’acqua già 5 volte a giugno - lancia l’allarme di primo procuratore di San Marco Carlo Alberto Tesserin - Ritengo che noi, con l’ingegner Daniele Rinaldo e l’architetto Mario Piana, abbiamo fatto un buon lavoro, ma non sono un tecnico e quindi non so dire quale sia il progetto migliore: però la Basilica deve essere messa in sicurezza il prima possibile». Anche perché il meteo di questi giorni dimostra che per lo «spauracchio» acqua alta non serve aspettare ottobre.

La Procuratoria aveva lanciato l’ipotesi di una «barriera» di vetro a difesa della chiesa simbolo di Venezia, che va sott’acqua troppe volte all’anno: prima bastavano appena 66 centimetri di marea per allagare il nartece, ma anche ora che è stato costruito il «mini-Mose» (che ha ripreso a funzionare dopo lo stop per i troppi detriti accumulati nei cunicoli) la quota critica è 88. Fino a quando non sarà in funzione il Mose vero (che però si alza a 110 centimetri, quota peraltro in fase di revisione al rialzo), ma soprattutto finché non sarà «impermeabilizzata» la piazza, questa è l’unica soluzione. Ma quando a febbraio il progetto era stato presentato al Provveditorato, il commissario del Mose Elisabetta Spitz aveva chiesto di rivedere l’aspetto architettonico, coinvolgendo lo studio milanese dell’archistar Stefano Boeri. In questi giorni è stato depositato il progetto, che prevede, sulle lastre, una sorta di «leggio» di acciaio.

Questo incarico ha creato del malcontento tra i progettisti originari, peraltro nemmeno convinti dalla nuova soluzione, che a loro giudizio avrebbe dei pilastrini di sostegno sottodimensionati. C’è poi chi ha accusato Spitz di aver fatto ritardare l’avvio dei lavori, per i quali in origine erano previsti sei mesi, anche se ora la revisione del cronoprogramma li ha ridotti a tre. «Con la piazza senza turisti si può procedere in maniera più rapida - ammette Rinaldo - la scadenza di ottobre potrebbe essere rispettata». La commissaria del Mose respinge al mittente però l’accusa di ritardi. «In sintonia con il Provveditorato sono intervenuta solo per migliorare il progetto stesso, considerata la delicatezza di un sito unico come Piazza San Marco - afferma Spitz - Ciò ha contratto la tempistica complessiva, considerati i facilmente prevedibili rilievi che ha sollevato il ministero dei Beni Culturali». Un mese fa infatti i due comitati tecnico-scientifici hanno dato il via libera all’intervento dal punto di vista idraulico, chiedendo però una revisione del disegno architettonico, per renderlo meno «irregolare» e più legato a quello della Basilica stessa. E Spitz fa capire che se questo lavoro non fosse iniziato già a febbraio ora si sarebbe ancora più indietro.

Tesserin però resta preoccupato. «Ieri abbiamo dovuto chiudere in fretta e furia l’accesso al campanile e al museo - dice - Abbiamo aperto, anche se i turisti sono pochi: ma dobbiamo dare al mondo il segnale che ci siamo».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news