LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Sammezzano è sempre il luogo del cuore. Ma ancora non si intravede un futuro
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino - 24/7/2020

Ancora migliaia di voti. Oggi, come nel 2016, il Castello di Sammezzano a Reggello è sempre al primo posto tra i «Luoghi del cuore» del Fai. Nonostante la situazione sul cambio di proprietà non si sblocchi da anni, asta dopo asta, continua a essere in cima alle preferenze ogni biennio di votazioni per il censimento dei luoghi da salvare bandito dal Fondo Ambiente Italiano.

Siamo a metà strada nelle votazioni dell’edizione 2020 — c’è tempo fino al 15 settembre — ma il castello «orientalista» dove Matteo Garrone ha girato il suo «Il racconto dei racconti» risulta ancora primo in tutto il territorio nazionale con 13.479 voti. Segno che né i due comitati promotori, «Savesammezzano» e «FPXM», né la testimonial Irene Grandi, né soprattutto le migliaia di cittadini preoccupati che quel gioiello architettonico si trasformi definitivamente in un rudere, intendono abbandonare la battaglia. Anzi.

Ma nonostante vinca a mani basse da anni il censimento, il Fai e Intesa Sanpaolo non hanno mai potuto procedere allo stanziamento dei fondi per il recupero perché non c’è ancora ombra di un nuovo proprietario che, dopo aver reso fruibile al pubblico il bene, possa metterlo in condizioni di venire finanziato. Infatti il Fai può «premiare» solo luoghi accessibili al pubblico. La presidente toscana del Fondo, Rosita Galanti Balestri, si dice «molto contenta dei risultati raggiunti dalla Toscana che premiano sei luoghi del cuore», ovvero l’abbazia di San Galgano, la Villa Medicea Ambrogiana a Montelupo, la Stazione Marconi a Coltano (Pi), le terme del Tetuccio a Montecatini (Pt), il chiostro di Buggiano Castello (Pt) e il cammino di Santa Giulia (che collega Livorno con Brescia, una new entry), oltre a Sammezzano. Tutti luoghi che sono stati oggetto delle giornate Fai di primavera e autunno e di visite dedicate per gli iscritti. Tutti ben posizionati in questa classifica —San Galgano è 14esima — a livello nazionale.

Ma niente batte per interesse pubblico il Castello di Sammezzano, storica tenuta di caccia medicea acquistata nel Seicento dagli Ximenes D’Aragona. Da quando è stata trasformata con caratteristiche «moresche» — nel corso dell’Ottocento — è diventata un unicum «non solo in Toscana ma addirittura a livello mondiale» racconta la presidente. Tanto che oggi il castello è «considerato uno dei sette monumenti con più bisognosi di restauro a livello europeo» dall’Associazione Europa Nostra. E corre il rischio di un «degrado totale».

La proprietà, Sammezzano Castle srl, l’ha messa all’asta. La prima si è svolta nel 2015, un’altra nel 2017 con la vittoria di una società degli Emirati Arabi per 15 milioni di euro, acquisto poi invalidato dal tribunale. Un’altra ancora nel 2019, anche quella arenata. E nel frattempo il castello è rimasto in stato di grave abbandono privo di tutti gli arredi storici, dei vetri a molte finestre, lacerazioni sul tetto. Sono state rubate anche le statue del parco.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news