LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. La pedonalizzazione dei lungarni. Ce lo chiedono Unesco e Uffizi
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino - 23/7/2020

Palazzo Vecchio parla di rinascita. La pedonalizzazione di lungarno Acciaiuoli, che comprenderà poi anche lungarno de Medici e Archibusieri, decisa al termine della ripavimentazione in pietra, sarà sicuramente anche una rivoluzione: per il traffico. Una giornata storica si azzarda a definirla il sindaco Dario Nardella, che presenta la fine dei lavori assieme a Leonardo Ferragamo famiglia che ha finanziato il rifacimento del lungarno Acciaiuoli e che lì ha uno dei suoi hotel di lusso, il Portrait e il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt. Perché tra i motivi della scelta di pedonalizzare cè anche la messa in sicurezza del Corridoio Vasariano: stop a 8 mila auto al giorno di media: basti pensare al camion che colpì un anno fa la struttura, e alle vibrazioni che ci obbligherebbero a interventi strutturali ogni 5-10 anni spiega Schmidt. Una richiesta fatta anche dalla Commissione Unesco, che non si può sempre citare per il degrado e non per questa richiesta insiste Nardella.

Unoperazione esteticamente perfetta, con un effetto spettacolare per i (pochi, ancora) turisti presenti e i fiorentini che ieri hanno ammirato la festa con gli sbandieratori del Corteo storico, le chiarine, il canto del tenore Maurizio Marchini. È il segnale che cita Ferragamo: Con immodestia, io credo si stia lanciando un messaggio allItalia tutta, banalmente con il rifacimento di una strada. Ma così Firenze è più bella e con più qualità di sempre. La scelta di chiudere i lungarni alle auto rivoluziona il traffico per lOltrarno, peraltro già cambiato da mesi per i vari lavori eseguiti sia sul lungarno Diaz. Fino ad agosto, nella strada (già irraggiungibile) potranno passare, entrando lato ponte Santa Trinita, solo residenti, carico scarico e ospiti degli alberghi, per uscire da vicolo dellOro. Poi, il primo settembre sarà effettiva la pedonalizzazione.

Piazza dei Giudici e piazza Mentana diventeranno praticamente rotatorie. Per andare in Oltrarno, si potrà seguire lattuale viabilità: lungarno Torrigiani, via dei Bardi-Borgo San Jacopo e piazza Pitti. Chi viene da Corso Tintori, passerà da via dei Benci-via Verdi-via SantEgidio-via dei Pucci-via dei Gori- piazza San Lorenzo-via del Melarancio-piazza dellUnità Italiana-piazza Stazione-via della Scala-piazza Santa Maria Novella-via dei Fossi-piazza Goldoni. Un bel giro: Solo di 4 minuti in più rispetto ad ora dice lassessore alla Mobilità Stefano Giorgetti. Per tutelare larea rispetto ai 2,5 milioni di mezzi lanno sotto al Vasariano penso possa valere la pena aggiunge il sindaco.

Gli effetti sul traffico si vedranno poi, ma in tanti criticano già la scelta: i tassisti, per esempio. La Lega chiede che il centro storico sia aperto al traffico invece, consentendo ai fiorentini di viverlo anziché chiuderlo per un turismo assente dice il capogruppo Federico Bussolin. Questa pedonalizzazione è una scelta senza criterio, così si uccide il centro storico aggiunge Marco Stella di Forza Italia. A sostegno dello stop alle auto i ciclisti della Fiab: La pedonalizzazione va fatta in nome della qualità della vita e della sicurezza stradale.

Nei lavori di lungarno Acciaiuoli cè anche molto altro: il 50% del costo è stato finanziato da Publiacqua, che ha cambiato tutte le vecchie tubature (alcune di Firenze Capitale...) con Toscana Energia. Silfi ha cablato larea, i sottoservizi sono stati cambiati. Un plauso il sindaco lha fatto alle ditte, che hanno interrotto i cantieri durante la pandemia solo per tre settimane. Agli operai e agli artigiani che hanno lavorato da soli, lontani dalle famiglie, per mesi, grazie.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news