LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. «Il Franchi è ostaggio degli ultimi samurai dei beni culturali»
Gabriele Toccafondi
Corriere Fiorentino - 8/8/2020

Caro direttore,a leggere la significativa intervista di ieri sul Corriere Fiorentino al soprintendente Andrea Pessina in merito al futuro dello stadio Franchi mi è tornata alla mente la storia di alcuni soldati giapponesi asserragliati e nascosti in qualche isoletta del Pacifico, ai quali nessuno aveva detto che la guerra era finita da anni. Il giornalista domanda: «Se restano i vincoli attuali si rischia il modello stadio Flaminio: abbandonato, ora è un rudere». E arriva questa risposta: «Si parla di valutare la sostenibilità economica per togliere i vincoli. Chi la valuta? Non ho mai sentito un proprietario di una squadra di calcio o di un’impresa dire che guadagna troppo...». E ancora il giornalista domanda: «La Fiorentina dice che se non si possono abbattere le curve va a Campi». Questa risposta: «Si pagano decine centinaia di milioni per qualche giocatore, e non si può spendere qualche decina di milioni per preservare la storia dell’architettura?». Mi viene da sorridere pensando alla distanza siderale tra domande e risposte. Due piani paralleli. Le prime rispecchiano la realtà, le seconde la filosofia e, come tanti pensieri filosofici, sono belle ma slegate dalla realtà. Sorprende che le risposte siano del funzionario del ministero dei Beni culturali di Firenze, la soprintendenza che il 20 maggio rilevava non solo che lo stadio Artemio Franchi meritasse un procedimento di tutela, ma ci teneva a scrivere che «l’immobile presenta un rilevantissimo interesse culturale». Non è il momento ma vorrei tanto approfondire tecnicamente il valore normativo e giuridico del superlativo «rilevantissimo» in merito ad un atto ufficiale e formale del Mibact. In un momento in cui (il 20 maggio) nessun progetto era stato presentato, la soprintendenza (presumo con atto proprio) verificava il mantenimento dei requisiti della tutela e ci teneva a scrivere che l’interesse dell’immobile nel frattempo era diventato da «rilevante», come da normativa a «rilevantissimo». Mi chiedo: quale potrebbe mai essere il parere del ministero, e quindi della soprintendenza, a ogni tipo di progetto di verifica, ammodernamento, rifacimento, dello stadio Franchi rendendolo una struttura sportiva moderna? Se non vogliamo fare la fine dei giapponesi sull’isola, alla luce della situazione economica, del fatto che un privato voglia investire, della possibilità che il Franchi resti in stato di abbandono, le risposte sono fondamentali. Se la società che gestisce l’impianto decidesse di investire altrove, spostando quindi anche la principale attività e con questa il relativo affitto, chi pagherebbe per la costosissima manutenzione dell’impianto sportivo di 90 anni, con rilevantissimo interesse culturale? Per non parlare delle curve. Chi ha rilasciato l’intervista è mai stato a vedere una partita dalle curve? Penso di no! Ha mai fatto un giro sotto le gradinate o sotto le scale elicoidali guardando la condizione del cemento e non solo la oggettiva bellezza della struttura? C’è un altro caso di impianto sportivo, magari non proprio di «rilevantissimo interesse culturale», magari solo «rilevante», che da alcuni anni è sotto uno stesso provvedimento di tutela, ed è sostanzialmente inutilizzato e abbandonato: lo stadio Flaminio a Roma. Non voglio — e lo dico da politico, da fiorentino e da amante della tutela della mia città — che un pezzo di storia di Firenze possa fare quella fine! Non basta definirlo di «rilevantissimo interesse culturale» perché magicamente arrivino soldi pubblici per sistemarlo, manutenerlo e fare tutti gli interventi e i lavori di cui c’è bisogno.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news