LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Padova. Ultime ore per scongiurare l’oltraggio alle mura rinascimentali
Vittorio Spigai
Emergenza Cultura, 12/08/2020

Il 21 agosto, mentre molti padovani sono fuori città, una Conferenza dei Servizi ristretta dovrebbe esaminare – per la sua eventuale approvazione – la torre fuori-scala di Nuova pediatria al centro del Giustinianeo. Alta più di 10 piani, lunga oltre 80, a pochi metri dalle mura del ‘500! Una costruzione non ammissibile in un paese prezioso come il nostro, da sessant’anni all’avanguardia nelle politiche del patrimonio e del paesaggio. Inascoltati gli appelli da parte di 15 associazioni culturali della città al MIBACT, da oltre due anni e anche recentemente [6 aprile 2018, 25 maggio 2018, 7 giugno 2019, 18 luglio 2019].

Padova non si rende conto del fuori-scala dell’edificio. Denaro pubblico, 60-70 milioni di euro, per un affronto non reversibile all’Urbs Picta. Un colpo di scure sul Giustinianeo e sulle mura rinascimentali (tra le più importanti del mondo! Falconetto e Sanmicheli vi lavorarono) ma soprattutto per l’immagine intera del centro antico, per la sua aura e presentabilità a livello internazionale. Sfregio insanabile che evidentemente ha un’incidenza anche sulla candidatura UNESCO: non si possono pretendere fasti e onori per un gioiello, gettandogli accanto macerie e sacchi di spazzatura. Nuova pediatria non è per Padova l’occasione che sembrerebbe offrire l’Azienda Ospedaliera per risanare, liberare quell’area disastrata e invivibile, e per valorizzare la cinta rinascimentale!

Il progetto della torre che si pretenderebbe di approvare, rimane – immutato – quello di tre anni fa, azzerando tre anni di dibattito cittadino. Si erigerà la torre e si continuerà invece, come si è fatto nell’ultimo mezzo secolo – vergogna nazionale – ad affastellare nell’area del Giustinianeo, sull’onda di presunte o reali urgenze sanitarie, edifici senza alcun criterio né civile disegno d’insieme, né misura. A che fine si risanerebbe l’area? Sarà messa finalmente in bella evidenza la cinta rinascimentale e il canale di S. Massimo, una delle matrici della città, barbaramente interrato negli anni ’60? No, affatto. Vedremo invece costruire uno, due, tre … mastodontici edifici in centro storico e all’interno della cinta illustre che si vorrebbe liberare. Lasciando il canale intubato com’è. Il tutto a 650 metri dalle cupole della Basilica del Santo, 550 da Santa Sofia, 400 da via Ognissanti e 150 dal bell’ospedale settecentesco Giustinianeo.

Gli interventi di Boschetti-Liceo Selvatico, Prandina, Piave, Bassanello-Alicorno, via Sarpi-Impossibile, Treves, Giustinianeo, ex Macello Peretti e golena S.Massimo, carte vitali per la città – che la Giunta, senza alcun quadro d’insieme, ha gettato sul tavolo e, pezzo per pezzo, si sta giocando in questi mesi – possono rendere Padova effettivamente un centro di rilievo culturale internazionale come Urbs Picta proporrebbe; oppure un residuato di nobili memorie, un mediocre centro, bistrattato e deturpato dai suoi stessi figli, pur conservando, al suo interno, alcuni gioielli.

Riusciranno il Sindaco e gli Assessori Micalizzi, Colasio e Gallani, il Rettore, a iniziare a lavorare di concerto per una grande, unitaria Urbs Picta – testimonianza di una sua “storia unica” che non si ferma al ‘400? Ad evitare errori clamorosi, che mortificherebbero la città nel mondo, come il colosso di Nuova pediatria proprio in quel luogo? Questa Giunta rischia di passare alla storia per questo misfatto. C’è qualcuno che sotto sotto continua a illudersi e a soffiare sul fuoco del “nuovo su vecchio” e che consiglia male, malissimo, i responsabili.

È l’ora di capire che nuove tipologie e odierne necessità ospedaliere – come altezza e volume dei blocchi, esigenza di verde e salubrità, accessibilità e parcheggi – sono improponibili all’interno del nostro centro storico.

https://emergenzacultura.org/2020/08/12/padova-ultime-ore-per-scongiurare-loltraggio-alle-mura-rinascimentali/


news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news