LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Franchi, sono cinque gli emendamenti. Il M5S: Solo restauro
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino - 15/8/2020

Gli emendamenti per gli stadi vincolati nel decreto Semplificazioni salgono a cinque. Tecnicamente si potrebbe considerarli addirittura 7 (cè pure un proposta generale per tutti gli stadi, anche non vincolati). Ma la vera novità è che se finora cerano solo emendamenti per ammorbidire, abbassare o drasticamente cancellare i vincoli, ora ne arriva uno che consente solo il restauro, con la obbligatoria conservazione dellimpianto nelle sue attuali condizioni, salvo gli interventi di restauro necessari ad assicurare la continuità di funzionamento della struttura.

È la mossa del M5S per arginare loperazione Franchi, che nelle intenzioni dichiarate dalla Fiorentina può essere scelto come impianto della squadra viola solo se si potranno abbattere le curve (e a questo puntano gli emendamenti di Pd, Italia Viva e Lega), altrimenti, la Fiorentina opterà per Campi Bisenzio.

A fare lanalisi comparativa dei vari emendamenti è pure Italia Nostra. Lassociazione, contrarissima ad ogni intervento pesante sullo stadio, ha affidato a Mario Bencivenni, storico portavoce dei comitati fiorentini, il compito di capire cosa stava succedendo al Senato, dove sono stati depositati gli emendamenti. Soprattutto, perché loro condividono il parere espresso dal soprintendente Andrea Pessina sulle proposte normative di Pd, Italia Viva (e dopo la Lega). Una volta introdotta una deroga su un bene vincolato, motivata da ragioni economiche diventa un precedente per qualunque bene vincolato. E infatti, scrive Bencivenni, anche se apparentemente diversi nei toni e nella brutalità degli enunciati, tutti gli emendamenti tendono a diminuire le ragioni della tutela su monumenti riconosciuti come di valore e pregio dalle procedure vigenti e di toglierne le relative competenze per affidarle alle amministrazioni locali nonché subordinare la tutela del Patrimonio a presunti interessi economici, finanziari, infrastrutturali e di innovazione. E lunico emendamento che va in altra direzione è quello del M5S, formulato in contrapposizione agli altri.

Alla fine, quindi, la Lega ha presentato tre emendanti (due praticamente fotocopia, basta il via libera del Comune per non tener conto dei vincoli della soprintendenza, uno per definire la procedura con concorso di progettazione e alleggerire i tempi). Quello di Italia Viva indica nel Comune il soggetto che può dare il via libera senza tenere conto dei vincoli della sovrintendenza. Quello del Pd elabora un meccanismo e una serie di criteri per arrivare allo stesso scopo, puntando sul fatto che la i vincoli vengono dopo lesigenza di garantire la funzionalità dellimpianto medesimo ai fini della sicurezza, della salute e della incolumità` pubbliche. Mentre quello del M5S indica solo un percorso dai tempi limitati per la valutazione. Ora sarà il Senato a decidere quale approvare.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news