LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bologna. L’ultimo giorno dell’Ibc
Marco Marozzi
Corriere di Bologna 27/11/2020

Una cinquantina di domande, una quindicina di preselezionati. Fra loro sorgerà il nuovo direttore, con probabilmente l’interregno di un commissario. Si spegne un laboratorio culturale nato nel 1974: l’Istituto per i Beni Culturali, poi diventato Ibcn, con l’estensione ai beni naturali. Si accende il tentativo dell’assessore regionale Mauro Felicori di accorpare e ridefinire tutte le competenze per la cultura dell’Emilia-Romagna.

Ancora una riunione del Comitato direttivo per approvare un residuo di bilancio, poi dal 1° gennaio il sole tramonta sull’antico palazzo di via Galliera 21, sede dell’IBC. Fine dell’autonomia dell’istituto voluto da Guido Fanti e fondato da Andrea Emiliani. La Regione che lo creò quarantasei anni fa lo porta all’ombra delle moderne Torri del Fiera District, creazione di Fanti, mai davvero incorporata nel “cuore” di Bologna, prima stoppata nello sviluppo dal sindaco Renato Zangheri, poi via via ascesa come potere economico e politico — con i centri-guida delle Regione e delle Coop — fino a una estesa egemonia sulla ex-capitale ora Città Metropolitana.

L’Ibc consacra un’epoca e il suo declino. Ieri pomeriggio si è svolta via streaming quella che sembrava essere l’ultima riunione del consiglio direttivo, con i professori Michelina Borsari, Franco Farinelli, Claudio Spadoni e la manager Marzia Zambelli. Poi per uno slittamento tecnico ce ne sarà un’altra entro il 2020. Definitiva, di ordinaria amministrazione burocratica. Il destino culturale e politico dell’istituto è già tracciato da tempo. Al concorso pubblico per il posto di direttore — funzione ora svolta ad interim da Gianni Cottafavi, dirigente regionale —ha partecipato una cinquantina di persone. La preselezioni ne ha designata una quindicina. Il vincitore, esaminato da una commissione, guadagnerà al lordo come un dirigente regionale, più indennità di posizione di 61.689,10 euro e una retribuzione di risultato fino a 5.250 euro. Il 1° gennaio cesserà anche la presidenza di Roberto Balzani, lo storico, ex sindaco di Forlì, che all’università vociferano come aspirante al rettorato. Ancora da decidere, per tutti gli incarichi, un eventuale interregno. Tutto il personale è confermato.

Tutte le funzioni passano alla Regione. Parte il Progetto Felicori, già dirigente culturale del Comune di Bologna, spesso non valorizzato da sindaci e assessori nonostante le sue realizzazioni e l’estro, divenuto famoso come direttore della Reggia di Caserta sotto il ministro Dario Franceschini, tornato trionfalmente a casa a 68 anni come assessore alla Cultura e al Paesaggio.

L’Ibc di Fanti politico ed Emiliani grande storico dell’arte e organizzatore culturale fu il pioniere della scelta di fare della cultura uno dei cardini dell’identità della Regione appena nata. Emiliani aveva elaborato il concetto di bene culturale, con pari valore fra paesaggio e opera artistica. Equilibrio complicato, fra istituzioni ed autonomia, fra preservare a proporre. Dopo Emiliani il successore alla presidenza Lucio Gambi, si dimise quasi subito.

Mentre cambiavano i tempi e le leadership culturali, il cammino dell’Ibc si è fatto sempre più travagliato nei decenni, nonostante presidenze di nome come l’italianista Ezio Raimondi, lasciando infine spazio a piccoli escamotage (“i furbetti del cartellino”) di alcuni dipendenti. Felicori ha chiamato a un avvicinamento fra momento politico e tecnico. Da vedere quanto la fine sarà un nuovo inizio.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news