LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bari. Monumento per San Nicola come la statua della Libertà, petizione per bloccarla: "Fermate quell'inutile colosso"
Anna Puricella
La Repubblica - Bari 3/12/2020

C'è chi dice no. L'idea di realizzare a Bari una colossale statua di san Nicola, alta 70 metri e visibile da 20 chilometri, non piace a tutti. Anzi, diventa oggetto di dibattito acceso in città a pochi giorni dal 6 dicembre, la data in cui i baresi festeggiano il loro patrono.

Il progetto dell'associazione "Una statua per San Nicola" parte da lontano, e adesso si fa più concreto: è stata individuata un'area - appartenente al Demanio - davanti al Varco della Vittoria, uno degli ingressi al porto poco distante dalla Fiera del Levante. E da lì il santo guarderebbe tutta la città, e pure oltre, quasi come il Cristo Redentore di Rio De Janeiro. Ma più di qualcuno storce il naso. È stata quindi lanciata una petizione su Change.org per "fermare la costruzione dell'inutile colosso".

A promuoverla è l'associazione Murattiano con Uaar Bari, che la rivolge direttamente al sindaco Antonio Decaro e all'assessora alle Culture Ines Pierucci: "Blocchino il progetto - tuonano - Disporre del suolo pubblico per un progetto privato violenta il profilo della città in prossimità del mare e crea un precedente pericoloso, con un'opera peraltro di cattivo gusto".

"Sta purtroppo prendendo sempre più piede la proposta di costruire a Bari il colosso di san Nicola, patrono della città - si legge nella motivazione della petizione - Si tratterebbe di una statua gigante alta oltre 50 metri, ai quali ne vanno aggiunti 20 di basamento. Un mastodontico pugno nell'occhio, degno di altre epoche e mentalità. Non si tratta di contrastare la devozione: i fedeli hanno già la Basilica, con la statua del santo nel piazzale e tre giorni di festeggiamenti a maggio. Questa colossale costruzione, invece, si impone a tutti e rappresenta un colossale spreco di denaro, che di questi tempi è un vero schiaffo ad altre priorità".

Un'operazione "trash", dicono i contestatori, "che ci renderà ridicoli agli occhi del mondo". La petizione circola sui social e ha finora raccolto più di 200 adesioni. Dal canto loro, però, ci sono le ragioni di chi quel colosso lo vuole. L'associazione "Una statua per san Nicola" è presieduta da Anna Losurdo, coordinata da Enzo Varricchio e composta da Vincenzo Capobianco, Fabio Fatiguso, Loredana Ficarelli, Luigi Mirizzi, Alessandro Reina e Bruno Notarnicola.

L'intento è celebrare il patrono con un'opera alla cui realizzazione lavoreranno maestranze locali - e saranno utilizzati materiali preferibilmente pugliesi - e per la quale non sarà chiesto denaro pubblico. Donazioni private, quindi, che confluiranno in migliaia di targhe da apporre alla base della statua. Viste le dimensioni, poi, il gigantesco san Nicola avrà due ascensori, e ci sarà spazio pure per zone ristoro e bar.

"Una proposta ridicola", commenta l'architetto Gianvito Spizzico; "uno scempio del paesaggio e un'operazione commerciale in nome del santo", gli fa eco Rossella Ressa, capodelegazione del Fai Bari e vicepresidente del Fai Puglia. Intanto sua figlia Micaela Paparella, avvocata e consigliera comunale delegata proprio alle politiche di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico, ha protocollato una richiesta di chiarimenti al Comune e al sindaco, animata dal fatto che la notizia del colosso "sta destando una forte preoccupazione ed enorme perplessità da parte dei cittadini e delle associazioni ambientaliste e non".

https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/12/03/news/monumento_per_san_nicola_come_la_satua_della_liberta_fermate_quell_orrore_-276831187/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news