LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, gli ultimi tesori
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera - Roma 12/12/2020

Non si vedrà più la via Alessandrina dal belvedere dei Mercati di Traiano. Ora con un unico sguardo si potrà osservare la piazza del Foro di Traiano con il complesso monumentale dei Mercati. Ecco la visione che restituisce la conclusione degli scavi che mutano l’immagine del Foro a cui si era abituati. Il secondo risultato è che scopriremo (quando saranno esposti) la testa di Dioniso (tra i primi reperti apparsi), il busto di un guerriero dace, un ritratto monumentale del giovane Augusto, tornato alla luce a settembre.

E poi oltre 60 frammenti di fregi d’armi che rappresentano le spoglie belliche dei popoli vinti e quelle dei vincitori, e un frammento di fregio storico in marmo di Luni, databile tra I e II secolo dopo Cristo. Tesori usati come materiale da costruzione durante il Medioevo e fino a oggi nascosti sotto la via Alessandrina, scavata e dunque rimossa, lungo il tratto settentrionale che in circa 60 metri collegava l’attuale piazza del Foro di Traiano a largo Corrado Ricci

La strada costituiva l’asse principale del quartiere omonimo, sorto alla fine del XVI secolo a opera del cardinale Michele Bonelli, detto «l’Alessandrino» perché nato nella città piemontese. La completa demolizione del quartiere tra il 1924 e il 1932 per l’apertura della via dell’Impero, attuale via dei Fori Imperiali, aveva privato la via del suo originario tessuto abitativo. Di conseguenza il tracciato superstite, attraversando i Fori di Augusto, Nerva e Traiano, rendeva difficile la comprensione dei resti degli antichi complessi architettonici. Questa opera, curata da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali su concessione del ministero per i Beni culturali e per il turismo - Parco Archeologico del Colosseo, è finanziata con un milione di euro dall’Azerbaigian sulla base di un accordo siglato nel 2014 dalla precedente amministrazione capitolina. «Il Foro di Traiano è un capolavoro dell’urbanistica romana di cui finora non si coglieva appieno la grandiosità. Oggi è più facile capire perché la costruzione fosse definita degna dell’ammirazione degli dei», dichiara la sovrintendente Maria Vittoria Marini Clarelli.

«Abbiamo un tesoro preziosissimo nascosto sotto i nostri piedi, continuiamo ad aprire questo scrigno e a mostrare al mondo frammenti della nostra identità. Roma è patrimonio dell’umanità — dice la sindaca Virginia Raggi — dobbiamo continuare a guardare al futuro con fiducia: ora siamo in era Covid, ma chi lavora in questo settore deve avere una nuova spinta e deve essere sostenuto».

I reperti emersi dopo il lavoro, tutti facenti parte dell’apparato decorativo del Foro di Traiano, realizzato nei primi anni del II secolo d. C. a celebrazione delle vittorie sui Daci, e adesso in fase di restauro e studio, saranno in seguito esposti al Museo dei Fori Imperiali ai Mercati di Traiano.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news