LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Reggia di Caserta, via al restauro della Peschiera Grande
La Repubblica - Napoli 9/12/2020

Uno specchio d'acqua lungo 270 metri. Al centro di una radura del Bosco Vecchio. La Peschiera Grande della Reggia di Caserta è protagonista di un importante intervento, che mette in gioco conoscenze storiche, tecniche di restauro di materiali diversi, competenze operative per la sicurezza di chi opera, manutenzione programmata del verde, definizione e gestione di future esperienze culturali.

La grande vasca, i cui lavori di costruzione furono diretti dall'architetto Francesco Collecini su indicazione di Luigi Vanvitelli, è oggetto di complessi interventi di cura e di restauro che vanno avanti, senza sosta, anche in questo periodo di chiusura forzata dell'Istituto museale. L'intera area era fortemente degradata, sia nella sua componente architettonica e strutturale, sia in quella vegetale. Incuria e logorìo del tempo cui si è inteso porre rimedio con un'azione complessiva.

Nell'ambito delle opere previste dal Piano Stralcio "Cultura e Turismo" Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020, infatti, la Peschiera Grande vedrà il restauro dei parapetti e del bauletto in cemento, la sostituzione dell'attuale pavimentazione in grès con adeguato cotto, la sistemazione delle rampe di accesso allo specchio d'acqua.

Anche l'area verde che circonda il bacino è al centro delle attenzioni degli specialisti. Sono previsti la bonifica del sottobosco, l'abbattimento di alberi ammalorati, le potature di risanamento e di contenimento delle alberature, il taglio della spalliera, il ripristino del manto erboso con la realizzazione di un impianto irriguo e la revisione dell'impianto di adduzione idrica. In questi giorni di sta, inoltre, valutando la possibilità di restaurare anche l'isolotto, non previsto nella fase di progetto redatto negli anni scorsi. Al termine dei lavori, previsto per la metà del prossimo anno, l'area della Peschiera, tanto cara ai visitatori, verrà restituita al percorso del Museo Verde.

La Peschiera Grande si trova a nord del Bosco Vecchio. È lunga 270 metri, larga 105 metri e profonda 3 metri. Il perimetro è chiuso da un parapetto in muratura, interrotto da piccole balconate con ringhiera in ferro che si proiettano nell'acqua creando un romantico luogo di sosta. Quattro terrazzi di forma quadrangolare, due come "sbarcatoio" e due come "varatoio", completano questo lago artificiale. Nel mezzo vi è un isolotto sul quale c'erano cinque costruzioni, "Pagliaie", una delle quali più grande per il riposo dei reali. Per volontà di Ferdinando IV, dal 1769 al 1773, fu utilizzata per lo svolgimento di finte battaglie, con navi da guerra costruite appositamente.

Lo specchio d'acqua servì anche come vasca di allevamento di pesci trasportati in loco dai fiumi e dai laghi della provincia di Caserta per servire la mensa reale. Secondo la moda del tempo, la Peschiera ospitava anche cigni, anatre e specie esotiche come i pellicani. La fauna ittica è ancora presente con esemplari di carpe e persico trote.

https://napoli.repubblica.it/cronaca/2020/12/09/news/reggia_di_caserta-277699944/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news